La novantunesima settimana dall'inizio della pandemia si chiude come la precedente. Sono 496 i contagi contro i 495 a domenica scorsa. Sugli stessi livelli dei precedenti sette giorni anche tasso di positività e incidenza per 100.000 abitanti. Dieci in più rispetto a domenica 21 novembre, i ricoverati, rimasti invariati, però, nelle ultime 24 ore. Zero i decessi. Una vittima in settimana contro le zero del precedente periodo.

La giornata
Tornano oltre quota cento i contagi giornalieri. Succede in coda alla settimana e per la prima volta da sabato scorso (101). Toccato il massimo dai 108 casi del 13 novembre. In due giorni si sono avuti 202 positivi in una settimana chiusa a 70,86 di media che, prima di allora, era a 58,8 e faceva intravedere una diminuzione rispetto all'andamento della precedente. Sono 31 i centri della provincia che registrano almeno un positivo, tre ne hanno dai 7 in su. Dunque, 17 casi a Cassino, 10 a Piedimonte San Germano, 7a Sora, 5 ad Arpino, Cervaro e Isola del Liri, 4 ad Anagni, Fontana Liri, Frosinone, Paliano, San Donato Val di Comino e Supino. E ancora 3 ad Alatri, Ceccano, Patrica e Ripi, 2 a Ferentino, Fiuggi e Fontechiari, infine 1 ad Acuto, Aquino, Arce, Broccostella, Campoli Appennino, Castelnuovo Parano, Ceprano, Fumone, Guarcino, Monte San Giovanni Campano, Pontecorvo e Veroli.
La settimana finisce con 496 contagiati, uno in più rispetto al totale del21 novembre.

La media è di 70,86 al giorno contro il 70,71 di sette giorni fa e il 74,71 al 14 novembre, il picco dell'ultimo periodo. La progressione da inizio ottobre è la seguente: 18,71 casi dal 4 al 10 ottobre, 16,29 la settimana dopo, 22 nel periodo 18-24 ottobre, 25,43 nell'ultima di ottobre, 48,86 nella prima di novembre, quindi le ultime tre settimane. A novembre i contagiati sono 1.856 a 66,28 di media. Sarà il mese peggiore degli ultimi sette: era da aprile (2.612 casi a 87,06 di media) che non se ne contavano tanti. Il record di novembre 2021, tuttavia, resterà imbattuto dall'alto dei 6.588 infettati a 219,60 di media giornaliera. Ma, all'epoca, non c'era la copertura vaccinale di ora, arrivata all'84,5% con 307.512 prime dosi, 287.323 seconde e 37.864 richiami. Nell'ultima settima si contano 49 casi a Cassino, 43 a Sora, 39 a Frosinone, 35 ad Alatri, 31 a Ceccano, 27 a Isola del Liri, 22 ad Anagni, 20 a Fiuggi, 16 a Piedimonte San Germano, 15 a Ferentino, 12 ad Arpino e Cervaro, 10 a Supino e Veroli. A novembre, invece, sono 169 a Frosinone, quasi cento in più rispetto ad ottobre, 159 a Ferentino, 153 ad Anagni, 151 a Cassino, 140 a Sora, 126 ad Alatri, 99 a Fiuggi, 71 a Ceccano, 64 a Paliano, 54 a Isola del Liri, 40 a Monte San Giovanni Campano, 36 a Veroli, 35 a Cervaro e Serrone, 33 a Piedimonte San Germano,31 a Piglio e 30 ad Arpino.

Gli indicatori
Rispetto a sabato scorso risale l'incidenza settimanale per 100.000 abitanti, ieri a 103,98 per la prima volta oltre cento da martedì e peggior dato dai 104,19 di lunedì. Si interrompe a tre giorni consecutivi la striscia sotto quota cento. Tuttavia, va rimarcato che il dato con il quale si chiude la settimana è praticamente identico a quello di domenica scorsa, 103,77. Rispetto al periodo chiuso il 14 novembre, invece, si registra una lieve flessione da 109,64. Il tasso di positività scende nelle ultime 24 ore da 8,12% a 7,49%. Si tratta dei risultati peggiori di una settimana archiviata a 5,21% di media, come la passata (5,19%). Rispetto a quattordici giorni fa, lieve decremento dal 5,94%. La media di novembre si attesta così a 5,48% quasi il doppio del risultato di ottobre, chiuso a 2,92%. Era da agosto che il tasso non era così elevato, allora fu al 6,80%.

I tamponi
Cresce il numero dei test eseguiti, ieri 1.375, rispetto alla giornata precedente (1.218), ma anche a domenica scorsa (1.198). La settimana si chiude con 9.605 tamponi, terza settimana di crescita consecutiva. La precedente si era fermata a 9.454. Per la prima volta dalle prime due di maggio si contano due settimane filate oltre 9.000 tamponi.

I guariti
Sono stati 68 dopo i 65 di sabato i negativizzati. La settimana va in archivio con 428 guariti contro i 283 e i 168 delle due precedenti. A novembre i negativizzati sono 1.004, mentre da inizio anno si è raggiunta quota 22.305. Era da maggio che le persone che avevano superato il Covid non erano così tante in un mese (allora furono 2.206).

L'allerta
Guardia altissima contro la variante omicron. Fa sapere l'assessore regionale Alessio D'Amato di aver «richiesto al ministero della Salute di avere a disposizione i nominativi delle liste di imbarco dei residenti nel Lazio che siano entrati in Italia attraverso lo scalo internazionale di Fiumicino negli ultimi 15 giorni dalle zone interdette. Questo ci permetterebbe di sottoporre queste persone a screening attraverso i tamponi molecolari e le nostre unità mobili sono pronte».

La profilassi
Ieri l'open day per vaccinarsi riservato agli over 40. In provincia operativi gli hub dell'ospedale Spaziani di Frosinone e dello stabilimento Stellantis di Piedimonte San Germano. Tutti i posti sono andati esauriti in poche ore. Nel Lazio ha fatto sapere ieri D'Amato le terze dosi sono al 13% della platea.

Il bollettino
«Nel Lazio informa D'Amato su 14.883 tamponi molecolari e 26.620 tamponi antigenici, per un totale di 41.503 tamponi, si registrano 1.255 nuovi casi positivi (+51). Sono 4 i decessi (-2), 716 i ricoverati (+1), 94 le terapie intensive (+5) e 664 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 572». In Italia, sono stati registrati altri 2.932 nuovi casi e 47 morti. Il tasso di positività risale dal 2,1% al 2,5%. Gli attuali positivi diventano così 186.443.