Due cani avvelenati in zona Melfi. Un atto atroce di crudeltà contro il quale sarà avviata ogni azione legale per risalire all'identità di chi ha commesso un simile gesto. Ad annunciare l'intenzione di procedere per le vie legali è stato l'assessore Annagrazia Longo, da sempre in prima linea per la tutela degli animali. Prima come volontaria, oggi anche nella duplice veste di amministratore pubblico, la Longo ha messo in campo nel corso delle settimane una serie di iniziative finalizzate a tutelare gli amici a quattro zampe.
Un sostegno costante e fattivo alle attività che le associazioni di volontariato hanno portato avanti su tutto il territorio comunale.

Attività fondamentali che hanno consentito di far crescere e ampliare l'azione delle associazioni di volontariato a Pontecorvo. Ma quanto accaduto nei giorni scorsi ha acceso lo sdegno di molte persone che hanno condannato con forza il gesto vile che è stato compiuto. Ed è stato proprio l'assessore Annagrazia Longo a sottolineare: «La crudeltà e l'inciviltà senza fine: in zona Melfi sono stati avvelenati due cani. Il servizio veterinario dell'Asl è subito intervenuto per il prelevamento degli animali e la conseguente autopsia, in modo da capire, con certezza, la cause di morte.
Come assessore al randagismo seguo personalmente la vicenda e attendo notizie ufficiali in merito».

Poi l'annuncio della Longo: «Mi farò promotrice, dopo l'autopsia, dell'azione legale per individuare i responsabili. Uccidere animali è reato. L'articolo 544 bis Codice Penale, recita: "Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da quattro mesi a due anni". Quanto accaduto è inaccettabile». Un episodio che ha acceso lo sdegno non solo dell'assessore Longo, ma anche dei tanti cittadini che hanno fermamente condannato quanto accaduto. Un comportamento inaccettabile, come ha sottolineato la stessa delegata della giunta Rotondo: «Possiamo comprendere chi ha il timore dei cani, ma non comprenderemo mai l'ignoranza e la crudeltà dell'uomo. Avvelenare gli animali è vera follia umana di persone senza cuore».