Prosegue la frenata dei contagi in provincia di Frosinone. Sono 56 i nuovi casi, 25 e 5 in meno rispetto al giorno prima e al precedente giovedì. Dall'ultima settimana si ha una contrazione dell'8,40%. Nel bollettino si segnalano 37 negativizzati e nessun decesso. In discesa il tasso di positività, al 3,27%, e l'incidenza che, con 99,58, torna sotto quota cento per la prima volta dal 12 novembre.

La giornata
Nel conto aggiornato dei casi Covid si riparte da 56 in 29 comuni. Ne sono stati registrati 6 a Ceccano, 4 ad Anagni, Cassino e Veroli, 3 a Frosinone, Isola del Liri e Santopadre, 2 ad Alatri, Boville Ernica, Fumone, Paliano, Sora, Supino e Vallecorsa, 1 ad Arnara, Arpino, Castelliri, Coreno Ausonio, Esperia, Ferentino, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Pescosolido, Piedimonte San Germano, Piglio, Roccasecca, Torre Cajetani, Vallerotonda e Vicalvi. In questa settimana si contano 218 positivi a 54,50 di media. Ce ne sono 20 rispetto alla passata settimana che, sempre al giovedì, viaggiava a 59,50 di media. Due settimane fa erano 240 a 60 di media. Prima ancora 152 a 38 di media. In confronto alla passata settimana la riduzione dei positivi è dell'8,40%, a 14 giorni il calo è del 9,16%, mentre a 21 giorni l'incremento è del 43,42%. Dalla settimana 11-17 ottobre i contagi sono aumentati da 16,29 al giorno a 22 in quella successiva, poi a 25,43 (25-31 ottobre), quindi a 48,86 (nella prima di novembre).

La crescita maggiore tra l'8 e il 14 novembre con 74,71 di media, poi lieve discesa la scorsa settimana con 70,71. Sono cinque giorni che i casi non vanno oltre gli 81. A novembre si registrano 1.578 contagi a 63,12 di media, quasi ilo triplo di quelli di ottobre (643 a 20,74).
Il dato di novembre, al momento, è il peggiore degli ultimi mesi dopo i 2.612 casi di aprile. A novembre sono 155 i positivi a Ferentino, 150 a Frosinone, 139 ad Anagni, 125 a Cassino, 116 a Sora, 104 ad Alatri, 88 a Fiuggi, 58 a Paliano e 54 a Ceccano. Negli ultimi 21 giorni questo l'andamento settimanale: Frosinone passa da 50 a 34 e a 43,Cassino da 42 a 24 e a 41, Sora da 27 a 45 e a 40, Ferentino da 46 a 65 e a 38, Alatri da 26 a 36 e a 25, Ceccano da 9 a 15 e a 20. Da questa estate a oggi hanno avuto contagi tutti i paesi della provincia tranne quattro: Belmonte Castello, Posta Fibreno, Terelle e Viticuso.

Gli indicatori
Per la settima volta negli ultimi otto giorni l'incidenza è scesa. Ieri era a 99,58 per 100.000 abitanti, per la prima volta sotto quota cento dal 12 novembre.
Raggiunto il picco il 17 novembre con 114,05 da allora è iniziata una lenta discesa. Ma si tratta pur sempre di valori doppi rispetto alla soglia di allarme di 50. Numeri in calo per quanto riguarda il tasso di positività.
Ieri con 3,27% si è raggiunto il minimo dal 3,11% del 29 ottobre (escluso l'1,16% del 2 novembre su soli 8 casi).
A incidere è anche l'elevato numero di tamponi che vengono eseguiti in questi giorni. Il dato peggiore del mese resta, comunque, il 9,73% del 6 novembre. Dalla scorsa settimana, al massimo, si è toccata quota 6,59% domenica. Da lì in poi abbiamo avuto 3,66%, 3,47%, 5,06% e 3,27% per una media settimanale di 3,87%, in diminuzione rispetto al 5,19% del periodo precedente e del 5,94% di quello prima ancora.

I tamponi
La risalita del numero di tamponi non conosce tregua.
Ieri con 1.709 si è toccato il record di novembre. Ma non solo. Era dal 14 maggio con 1.905 che non se ne contavano così tanti in 24 ore. In settimana sono 5.602 contro i 9.458 dell'intera passata. Considerando il dato dal sabato al venerdì successivo, con un giorno in meno, siamo a 8.559 contro i 9.013, precedente record dall'entrata in vigore del green pass obbligatorio sui luoghi di lavoro e dall'escalation di casi, della passata settimana.

Il bollettino del Lazio
«Nel Lazio su 17.206 tamponi molecolari e 31.530 tamponi antigenici per un totale di 48.736 tamponi, si registrano 1.276 nuovi casi positivi (-7) informa l'assessore Alessio D'Amato Sono 6 i decessi (0), 684 i ricoverati (-13), 89 le terapie intensive (+2) e +582 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,6%.
Nella giornata di ieri (mercoledì, ndr) netto aumento delle somministrazioni che sono state oltre 33.000 in totale, +30% rispetto al giorno precedente e +70% rispetto ad una settimana fa. Nel Lazio superate 9 milioni e 250mila somministrazioni in prevalenza dosi booster che nella giornata di ieri (mercoledì, ndr) hanno rappresentato il 91% delle intere somministrazioni.
Superato il 94% di adulti che ha ricevuto la doppia dose e l'88% degli over 12 sempre in doppia dose. Sul fronte dei vaccini la Regione informa che a partire da ieri, l'accesso agli hub vaccinali per le somministrazioni del vaccino sarà possibile solo su prenotazione sul sito prenota vaccino della Regione Lazio.

Le novità: vaccini ai bambini
Dopo il super green pass, ora si spinge anche per le vaccinazioni degli under 12. L'Agenzia europea peri medicinali (Ema) ha dato il via libera al vaccino Pfizer per la fascia di età 5-11 anni. La dose sarà un terzo di quella somministrata agli adulti: dunque 10 microgrammi. Il richiamo è a tre settimane. Si stima che in Italia si potrebbero vaccinare circa 4 milioni di bambini. Ora si attende l'approvazione dell'Agenzia italiana del farmaco, prevista tra il 1° e il 3 dicembre.
Finora, nel mondo stanno vaccinando i bambini solo negli Usa, in Canada, in Israele, in Austria, a Cuba, in Cina e negli Emirati Arabi Uniti. Il super green pass voluto dal Governo prevede forti restrizioni per i non vaccinati. Il super green pass varrà per i vaccinati ei guariti dal Covid, quello base solo per chi ha un tampone negativo. Dal 15 dicembre scatta l'obbligo della terza dose per personale sanitario, lavoratori delle Rsa, docenti e personale amministrativo delle scuole, militari e forze di polizia e di soccorso pubblico.