Provvedimenti per il risanamento della qualità dell'aria, scatta il piano comunale. Gli scarichi delle automobili, degli aerei, delle fabbriche e motori in generale, contribuiscono in modo consistente all'inquinamento dell'ambiente, come pure l'emissione dei fumi di combustione.

Come se non bastasse, poi, alla quota prodotta dall'uomo si aggiunge quella generata per natura dal pianeta. Per questo ogni anno Regioni e Comuni sono costretti ad emanare le ordinanze per il miglioramento della qualità dell'aria e di contrasto alle polveri sottili (Pm10).

A Ferentino è in vigore dal primo novembre 2021 al trentuno marzo 2022 il divieto di combustioni all'aperto, soprattutto in ambito agricolo e di cantiere, nonché il divieto della climatizzazione negli spazi complementari alle abitazioni quali box, garage, cantine e così via. Inoltre viene invitata la cittadinanza a limitare l'uso dei veicoli a motore, privilegiando per i piccoli spostamenti i movimenti a piedi o in bicicletta e utilizzare il più possibile i mezzi pubblici.

Ciò va però a cozzare con le disposizioni anti Covid-19, oggigiorno, poiché come è noto si sconsigliano assembramenti sui mezzi pubblici e quant'altro. E poi c'è il piano traffico con l'istituzione di quattro domeniche ecologiche: 26 novembre (domenica prossima), 9 e 30 gennaio 2022, 27 febbraio 2022, con blocco totale della circolazione dalle 8 alle 18. Dal primo dicembre al trentuno marzo circolazione a targhe alterne il lunedì (dispari) e venerdì (pari) con orari 9-13 e 14.30-22.30.

Inoltre "fascia gialla" come di consueto nel centro storico, con limitazioni al traffico. Disposizioni necessarie, dal momento che in seguito alla classificazione delle zone e agglomerati, in base ai rilevamenti effettuati in relazione alla dotazione strumentale, alla città è assegnata la classe di criticità complessiva 1, già classe A della precedente zonizzazione, con la conseguente necessità di adottare i provvedimenti previsti. Per i trasgressioni sanzioni da venticinque a cinquecento euro.