La cooperazione tra il Consorzio di Bonifica Sud Anagni e il Comune di Ceccano si consolida anche nelle parole del commissario straordinario dell'ente, Stefania Ruffo.
Infatti, stanno dando ottimi riscontri gli importanti lavori di manutenzione effettuati in località Cantinella.

«I commenti positivi arrivati dall'Amministrazione comunale in seguito agli interventi eseguiti per la salvaguardia idrogeologica dell'importante porzione di territorio di nostra competenza, rappresentano il miglior risultato per i nostri operai e la nostra attività - afferma il commissario Stefania Ruffo - Lavorare con serietà, in sinergia con gli altri enti che insistono sul territorio, è propedeutico per dare le giuste risposte alla collettività.
I riconoscimenti che ne derivano, come quelli pervenuti dall'assessore all'Ambiente Riccardo Del Brocco, sono per noi un punto di partenza su cui poggiare impegno e passione».

Il direttore del Consorzio, Aurelio Tagliaboschi, aggiunge: «La manutenzione di canali e fossi di bonifica non può e non deve più essere parziale a causa delle diverse competenze. Dobbiamo instaurare rapporti di collaborazione e nel caso di convenzioni con tutte le Amministrazioni comunali della provincia perchè quanto di buono è stato fatto a Ceccano possa essere replicato anche in altre aree del Consorzio, per una corretta e sempre più completa manutenzione utile a perseguire risparmiarmi ed efficienza».

Quindi, la Ruffo conclude: «Le strutture consortili garantiscono servizi sia per la salvaguardia idrogeologica, sia per l'irrigazione». Interviene anche l'assessore Del Brocco: «Ringraziamo i vertici del Consorzio Sud Anagni per l'attenzione che hanno rivolto ai lavori svolti a Ceccano. Rinnoviamo il ringraziamento per quanto stanno mettendo in campo.
È questo il modo giusto di lavorare tra enti che hanno come unico obiettivo la soluzione dei problemi idrogeologici di Ceccano, della provincia e comunque delle Amministrazioni che fanno parte della del bacino.
Quando si hanno rapporti importanti negli enti sovracomunali che contano, è un patrimonio di cui giovano l'Amministrazione e la cittadinanza. Nel caso del Sud Anagni, presso il quale mi sono attivato appena insediato per rendere efficace quella che fino a ieri veniva vista come una tassa iniqua oggi, grazie anche a un'adeguata comunicazione sugli interventi che vengono effettuati segnando un netto distacco rispetto al passato, viene apprezzata dai ceccanesi. Infatti, i cittadini non subiscono più disagi o allagamenti e vedono valorizzati i contributi che pagano all'ente».