Estorsione e spaccio di droga. Nei guai F.F., 40 anni, di Ferentino. Nei suoi confronti ieri mattina è scattato l'ordine di esecuzione perché deve scontare una pena di 7 anni, 5 mesi e nove giorni di reclusione. I fatti contestati risalgono al 2015. A eseguire il provvedimento di carcerazione sono stati i carabinieri della stazione di Ferentino. Per l'uomo si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia, a Roma.

La ricostruzione
Stando alle accuse, il quarantenne spacciava sostanza stupefacente ed estorceva il denaro per recuperare i crediti di droga. Sempre a quanto contestato, il ferentinate malmenava anche gli acquirenti che vantano crediti di droga nei suoi confronti. I fatti contestati sono risalenti a sei anni fa. Ieri mattina il provvedimento emesso nei suoi confronti. I militari hanno dato esecuzione all'ordine di carcerazione. Deve espiare una pena di sette anni e cinque mesi per estorsione e spaccio. Non solo, quindi, l'accusa di spacciare sostanza stupefacente ma anche di estorcere il denaro ad alcuni dei suoi clienti. Clienti che se non pagavano, venivano malmenati dal ferentinate. L'uomo è difeso dall'avvocato Mario Cellitti. Per il quarantenne si sono, così, aperte le porte della casa circondariale Rebibbia nella capitale