Spacciatore nelle rete dei carabinieri. Giovedì i militari dell'Arma della stazione di Strangolagalli, con l'aiuto dei loro colleghi nel Nucleo cinofili di Santa Maria di Galeria, hanno denunciato un ventiseienne del luogo con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo aver raccolto alcuni indizi che lasciavano pensare che il giovane spacciasse droga in paese già da un po' di tempo, i carabinieri hanno predisposto dei servizi di osservazione e controllo raccogliendo elementi importanti a carico del ventiseienne. Hanno così ritenuto che potesse nascondere gli stupefacenti a casa sua.

Così l'altra mattina i militari della caserma di Strangolagalli si sono presentati nell'abitazione del giovane insieme. Una volta entrati, i carabinieri si sono accorti che il giovane aveva gettato nel water del bagno un involucro che è stato subito recuperato nel pozzetto di scolo: conteneva 30 grammi di hashish e circa un grammo di cocaina.

All'interno dell'abitazione sono stati trovati anche un bilancino di precisione, materiale solitamente utilizzato per il confezionamento delle dosi di droga, 720 euro in contanti che i militari ritengono provento dell'attività di spaccio e cinque spinelli nascosti nella cantina e in soffitta.

Il ventiseienne, come detto, è stato denunciato mentre tutte le sostanze stupefacenti rinvenute, gli oggetti per il confezionamento e il denaro trovato nella disponibilità del giovane sono stati sequestrati. Il tutto è stato segnalato all'autorità giudiziaria di Frosinone.