Martedì 23 novembre si terrà presso la Asl di Frosinone (e su tutto il territorio nazionale) la prima Giornata nazionale di prevenzione dei tumori del collo promossa da SIO e ChCF, società italiana di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico facciale. Dalle 9 alle 15 gli ambulatori del reparto Orl e chirurgia maxillo facciale della Asl di Frosinone apriranno le loro porte per un consulto gratuito ai cittadini che ne faranno richiesta. Le visite ambulatoriali di screening gratuite si terranno: 1) ospedale Spaziani di Frosinone: ambulatorio Orl e maxillo facciale; 2) ospedale di Anagni: ambulatorio Orl; 3) ospedale San Benedetto di Alatri: ambulatorio Orl. Rileva la Asl in una nota: «Dove si effettuano le prenotazioni? Per richiedere ulteriori informazioni e per fare una prenotazione in una delle sedi summenzionate potete chiamare il numero 07751883347 ore 14-20 oppure potete scrivere una mail a orl.hfr@aslfrosinone.it.

Che cosa è il tumore del collo e perché è importante la prevenzione? I tumori del distretto testa-collo sono il settimo cancro più comune in Europa, circa la metà dei tumori del polmone ma due volte più comuni del cancro del collo dell'utero. In Italia rappresentano il 3% dei casi oncologici, con una frequenza media tre volte superiore negli uomini e un'incidenza che aumenta progressivamente con l'età a partire dai 50 anni.
Il 75% dei carcinomi della testa e del collo è causato dal fumo di tabacco e dall'abuso alcolico; altri fattori determinanti sono le esposizioni prolungate a materiali nocivi (polveri di legno, lavorazioni del cuoio, amianto, nichel), alcuni virus tra i quali il papilloma umano (Hpv) e il virus di Epstein-Barr (Ebv), o ancora l'esposizione a radiazioni ionizzanti e a inquinanti atmosferici.

La prevenzione di questi tumori è importante perché influenza direttamente la prognosi: oltre la metà dei casi giunge infatti alla prima diagnosi con malattia localmente avanzata o già metastatica, e di questi il 60% non sopravvive oltre i 5anni. Al contrario, per i pazienti diagnosticati negli stadi iniziali, il tasso di sopravvivenza si attesta all'80-90%». La Asl di Frosinone auspica «un'adesione diffusa in tutto il territorio ciociaro in quanto nonostante l'urgenza del tema e malgrado gli importanti sviluppi nelle tecniche di diagnosi e cura raggiunti nell'ultimo decennio, la consapevolezza sociale dei tumori testa-collo è ancora scarsa».

E aggiunge: «Necessario dunque che a Frosinone il tema della prevenzione dei tumori, e nella fattispecie dei carcinomi testa-collo, sia percepito come impellente e questa iniziativa di screening e di divulgazione delle informazioni scientifiche corrette servirà ad educare il grande pubblico alla prevenzione e alla consapevolezza dei sintomi legati ai tumori del collo».