La certosa di Trisulti ha riaperto le sue porte al pubblico.
Lo ha fatto ieri mattina, quando si è tenuta la conferenza stampa per inaugurare il nuovo corso firmato Mibact, Regione Lazio e LazioCrea dopo la tormentata gestione Dhi; lo ha fatto dalle ore 10 di oggi, quando visitatori e fedeli sono potuti tornare a frequentare l'ambiente religioso.

Un vero e proprio giorno di festa per la certosa, quello di ieri, disturbato in parte da una pioggerella continua, ma che nulla ha tolto ad un'atmosfera fatta di propositi e proposte, idee e possibilità. Un clima improntato alla ripresa, come hanno voluto rimarcare le autorità presenti alla conferenza stampa.

Franceschini e Zingaretti
Ricchissimo il parterre istituzionale: dal ministro della cultura Dario Franceschini al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dal direttore generale dei musei Massimo Osanna al direttore regionale dei musei del Lazio Stefano Petrocchi. Tutti hanno voluto porre l'accento sul ruolo che hanno avuto le associazioni locali che hanno affiancato il Mibact nella battaglia legale contro la Dhi perché la certosa tornasse bene comune.

Il ministro Franceschini ha ringraziato proprio le associazioni «perché hanno continuato a far pressione, dimostrando amore per il territorio e la sua storia», augurandosi poi che Trisulti diventi l'incrocio di cammini religiosi e non solo.

Zingaretti ha rimarcato il mix vincente, fatto di collaborazione e confronto, tra istituzioni e le medesime associazioni, aggiungendo che «la certosa può diventare il simbolo della rinascita post pandemia, un centro per la promozione del dialogo e dell'ascolto per una nuova coesione sociale e culturale».

Un passaggio poi chiarito dal direttore Osanna, che ha accennato ad un tavolo «in cui siederanno Ministero, Regione e la rete delle associazioni per elaborare un progetto con un master plan che la rete sta elaborando».

Le altre dichiarazioni
Terminata la conferenza stampa, spazio alle visite in certosa, mentre nel primo pomeriggio sono arrivate altre dichiarazioni inerenti la giornata. Sara Battisti, presidente della commissione regionale affari istituzionali, ha parlato della «fine di una triste pagina, possibile grazie alla mobilitazione di tanti cittadini, associazioni, istituzioni per riaprire uno dei luoghi spirituali e culturali più importanti al mondo».
Marta Bonafoni, capogruppo della Lista Civica Zingaretti: «Oggi la certosa volta pagina e viene restituita al suo territorio, al mondo intero col suo carico di storia e cultura che i progetti sovranisti di Bannon avevano tentato di offuscare». Gianluca Vacca, deputato del M5S: «Lieto fine per Trisulti. Fondamentale per questo risultato l'intervento del M5S, all'epoca del ministro Bonisoli, per far chiarezza sulla vicenda dell'assegna zione alla Dhi». Trisulti è aperta.
A tutti.