Area delimitata con le transenne ma la frana è sempre presente. Si attendono soluzioni per la messa in sicurezza e il ripristino dei luoghi. Appello degli automobilisti agli enti competenti.

Sono passati mesi e mesi e passando lungo la provinciale alle curve di Scannacapre, dopo il Giglio di Veroli, si nota ancora, al di sotto della carreggiata, uno smottamento. In bella vista anche la transenna posizionata insieme alla segnaletica stradale. Ma gli automobilisti chiedono agli enti competenti soluzioni immediate, essendo, tra l'altro, il tratto molto transitato anche dai mezzi pesanti.

Diversi gli appelli. «Torniamo a rivolgere un appello affinché venga messa in sicurezza la frana lungo la provinciale alle curve Scannacapre. Purtroppo la criticità non è stata ancora risolta. Da mesi la terra ha ceduto a ridosso della provinciale che dal Giglio porta allo svincolo della superstrada di Boville Ernica e verso Casamari - sottolinea un automobilista - Ma ogni volta che passiamo notiamo la stessa situazione. Nulla di nuovo. Solo le transenne e i segnali che avvisano gli automobilisti la presenza dello smottamento e il limite di velocità da rispettare. Ci auguriamo che quanto prima si provveda a intervenire con i dovuti mezzi e uomini prima che possa accadere qualche cosa di grave.
Tra l'altro in questo periodo, con la possibilità di piogge frequenti, la criticità potrebbe essere ancora più seria».