A Casalgrande (Reggio Emilia), un giovane di 19 anni, in visita alla nonna, nel sentire confusione dal piano superiore, è uscito fuori di sé ed ha fatto irruzione nella casa di sopra

L'accaduto
Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Casalgrande il ragazzo, nel sentire i rumori molesti provenienti dal piano di sopra (non era la prima volta), si è precipitato a suonare il campanello dei disturbatori, che tranquillamente gli hanno aperto la porta. E' piombato in casa come una furia e si è messo ad aggredire con calci, pugni e un manico di scopa i tre occupanti, distruggendo nel frattempo tutto quello che si trovava davanti: porte, finestre, arredi, specchi vetri, fino a quando non è stato immobilizzato dai vicini e preso in consegna dai carabinieri. I militari intervenuto hanno denunciato il 19enne per lesioni personali aggravate e danneggiamento. I tre vicini bastonati, ricorsi alle cure mediche, hanno riportato una prognosi tra i 4 e i 32 giorni.