Il tasso di positività schizza al 6,32%. Ieri ci sono stati 41 casi, su un totale di 648 tamponi effettuati. Numeri che confermano come la curva dei contagi stia riprendendo quota.

La situazione
Si sono registrati 7casi a Frosinone, 5 ad Alatri, 4 a Ceccano, 3 ad Anagni, 3 a Patrica, 2 a Piglio, 2 a Sora, 2 a Torrice, 2 a Veroli. Quindi 1 caso in ognuno di questi Comuni: Castelliri, Castelnuovo Parano, Ceprano, Cervaro, Ferentino, Fiuggi, Morolo, Piedimonte San Germano, Ripi, Torre Cajetani, Vallerotonda. Ci sono stati anche 22 negativizzati, persone che cioè hanno superato la malattia. Zero decessi. Resta stabile la cifra dei pazienti Covid ricoverati presso il reparto di malattie infettive dell'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone: 14. Siamo nell'ottantottesima settimana dall'inizio della pandemia in provincia di Frosinone. Dal primo caso del due marzo 2020 sono trascorsi 612 giorni. In questa settimana è andata in questo modo: 19 casi il primo novembre, 8 il due, 41 il tre. Per un totale di 68 e una media giornaliera di 22,66. Ma bisogna tener presente che ci sono stati due giorni festivi consecutivi e questo ha comportato un numero minore di test.

Nell'ottantasettesima settimana era andata così: 12 casi il venticinque ottobre, 17 il ventisei, 22 il ventisette, 21 il ventotto, 29 il ventinove, 40 il trenta, 37 il trentuno.
Per un totale di 178 contagi e una media di 25,42 al giorno. Mentre nell'ottantaseiesima settimana il quadro era stato il seguente: 12 casi il diciotto ottobre, 20 il diciannove, 22 il venti, 29 il ventuno, 23 il ventidue, 25 il ventitré, 23 il ventiquattro. Totale: 154 contagi. Media giornaliera di 22. Il campanello d'allarme era scattato con i 40 casi del trenta ottobre. Una cifra del genere mancava da agosto: il ventuno se ne erano registrati 42, il venticinque 60.

L'andamento
Ecco le medie giornaliere delle ultime settimane: 16,28 nella sessantacinquesima settimana, 8 nella sessantaseiesima, 9,71 nella sessantasettesima, 6,28 nella sessantottesima. Poi 3,7 la sessantanovesima, 2,85 la settantesima, 2,5 nella settantunesima, 7,28 nella settantaduesima, 17,8 nella settantatreesima, 32 nella settantaquattresima, 35 nella settantacinquesima, 37,42 nella settantaseiesima e 27,4 nella settantasettesima. Nella settantottesima 29,71. Quindi 20,71 nella settantanovesima, 16,71 nell'ottantesima, 17,42 nell'ottantunesima. E nell'ottantaduesima 17,28.
Poi 23,28 nella numero ottantatré, 18,71 nell'ottantaquattresima, 16,28 nell'ottantacinquesima, 22 nell'ottantaseiesima, 25,42 nell'ottantasettesima.
Quindi le medie mensili dei contagi, altrettanto significative: 13,8 casi al giorno a marzo 2020, 7,63 ad aprile, 0,83 a maggio, 0,46 a giugno, 0,35 a luglio, 5,16 ad agosto, 7,43 a settembre, 113,8 a ottobre, quando i nuovi casi sono stati 3.528. Poi il boom a novembre 2020, con 6.588 contagiati. Per una media di 219,66 ogni ventiquattro ore. A dicembre 3.468 contagi, per una media giornaliera di 111,87. A gennaio i contagi in totale sono stati 3.144, per una media di 101,42.
A febbraio 3.526 nuovi casi, per una media giornaliera di 125,92. A marzo 2021 i contagi sono stati 6.063, per una media quotidiana di 195,58. Ad aprile 2.612 casi.
Per una media di 87,06. Per quanto riguarda il mese di maggio, 1.056 nuovi casi. Per una media di 34,06 ogni ventiquattro ore. A giugno 189 casi. Per una media di 6,3 ogni ventiquattro ore. A luglio 384 casi. Per una media di 12,38 ogni ventiquattro ore. Ad agosto 982 contagi. Per una media di 31,67 ogni ventiquattro ore.
A settembre 577 contagi. Una media di 19,23 ogni ventiquattro ore. A ottobre 2021 i casi sono stati 641: media di 20,67. A novembre finora 68 casi e una media giornaliera di 22,66.

Quindi la curva dei decessi: 25 morti per Covid a marzo 2020, 23 ad aprile, 2 a maggio, 8 a giugno, poi 0 sia a luglio che ad agosto, 1 a settembre, 9 ad ottobre.
Poi l'impennata: 100 a novembre, 98 a dicembre, 73 a gennaio 2021, 73 a febbraio, 100 a marzo, 103 ad aprile. Poi: 34 a maggio, 5 a giugno, 1 a luglio. Nel mese di agosto 4 vittime. A settembre 1 decesso.
A ottobre 2021 i decessi per Covid sono stati 2.
A novembre zero decessi fino a questo momento.

Gli altri numeri
L'incidenza settimanale di nuovi casi ogni 100.000 abitanti risale fino a 40,88. Una soglia che non si toccava da diverso tempo. Sono 262 le persone attualmente positive in provincia di Frosinone: 14 ricoverate in ospedale e 248 in isolamento domiciliare.
I guariti sono 32.929, il 94,10% di quelli che hanno contratto il virus.

Il bollettino
Ieri in Italia ci sono stati 5.188 nuovi casi di Coronavirus, di cui 332 pregressi del Veneto. Sale a 4.782.802 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-Cov-2 dall'inizio dell'epidemia. I decessi sono stati 63 (il giorno precedente 41), per un totale di 132.224 vittime da febbraio 2020. Nel Lazio registrati 456 casi positivi, 68 in più rispetto al giorno precedente ma 47 in meno con riferimento a mercoledì 27 ottobre.
I tamponi effettuati sono 43.186: 15.599 molecolari e 27.587 antigenici. Il tasso di positività è dell'1%. In questo momento nella regione ci sono 438 ricoverati, 5 in più rispetto al giorno precedente. Sono 58 le persone in terapia intensiva: il numero è stabile.

Ieri nel Lazio il numero dei vaccini somministrati è stato di oltre 14.000: il 55% terze dosi, il 36% seconde, il 9% prime. L'assessore regionale Alessio D'Amato rileva: «Vaccino Johnson&Johnson: siamo pronti per la somministrazione del richiamo a 180 giorni. Da subito presso i medici di medicina generale ed entro 48 ore prenotandosi sul portale regionale e nelle farmacie.
Interessa una platea di circa 200.000 persone». Questi i dati aggiornati della campagna vaccinale: le dosi somministrate sono più di 8,78 milioni. Hanno concluso il percorso della profilassi oltre il 92% della popolazione adulta e più dell'86% di over 12 anni.