Gioco (auto)erotico finito in tragedia. Questa la conclusione alla quale sono giunti i carabinieri della compagnia di Quartu Sant'Elena, nel corso delle indagini sulla morte di un 60enne trovato senza vita nella sua abitazione mercoledì scorso.

Il cadavere era stato scoperto dalla moglie una volta rientrata a casa. La donna aveva subito chiamato il 112 e sul posto erano arrivati i carabinieri e il medico legale. Il 60enne era in casa da solo ma in un primo momento non era stato escluso che una terza persona potesse essere stata presente nell'appartamento per poi allontanarsi. Sul corpo, tuttavia, il medico legale non aveva trovato segni di violenza.

Quel che è stato trovato, invece, è un video girato dalla stesso 60enne in cui si vedono tutte le fasi di un gioco di autoerotismo cui si stava dedicando. E che evidentemente gli è risultato fatale. Il filmato, inoltre, ha confermato che nessuna terza persona era coinvolta nel decesso, avvenuto per arresto cardiocircolatorio. (Fonte Il Giorno.it)