Milano resta la prima città italiana per denunce di reati in rapporto alla popolazione residente, seguita da Bologna e Rimini. Ultima è invece Oristano, considerata la località più sicura.

È la classifica del Sole 24 Ore, che ha pubblicato l'Indice di criminalità secondo il quale si confermano le criticità legate alla sicurezza nelle grandi aree metropolitane. Ma è boom anche di reati sul web: oltre 800 al giorno nei primi sei mesi del 2021. Le denunce nei primi sei mesi del 2021 segnano un +7,5% sul 2020 (-17% ancora sul 2019) con più scippi, furti di auto e moto, meno nelle case.

Dopo la brusca flessione nei mesi di lockdown, anche ladri e rapinatori sembrano tornare in azione. Se i numeri appaiono ancora ridotti rispetto al 2019, tornano a salire i furti con strappo del 35%, e quelli di motocicli e di autovetture del 16%. Continua, invece, il calo dei furti in abitazione rispetto a due anni fa.

Le violenze sessuali risultano in crescita del 18% su base annua, con in media 13 denunce al giorno. E aumentano anche le violenze urbane e le risse, con 224 episodi di minacce e percosse ogni 24 ore.

Frosinone, in generale, per numero di denunce (10.622 il totale) si piazza all'89esimo posto in Italia. Il dato più inquietante è quello relativo all'usura: quinta al livello nazionale. Fa riflettere anche la 19esima posizione per quel che concerne l'associazione a delinquere, così come la 18esima per gli incendi.
Allarmante il dato sul riciclaggio e il reimpiego di denaro, un tema sollevato più volte nella relazione della Dia: Frosinone è alla 25 posizione. Anche il 55° posto per l'associazione mafiosa non è da sottovalutare.
Per le frodi e truffe informatiche siamo 74esimi in classifica.

Andando poi ad analizzare le altre tipologie di reati la Ciociaria si piazza per i furti con destrezza al 63esimo posto, per quelli negli esercizi commerciali al 71esimo posto, per quelli in abitazione al 56esimo, per le rapine al 93esimo, per i furti in auto in sosta 84esimo. Per i furti con strappo Frosinone è sessantanovesima.
È poi settantanovesima per i colpi in casa. Quindi è novantaseiesima per i furti nei negozi. Quanto ai topi d'auto, il Frusinate si posiziona al settantasettesimo posto.

Per i furti di ciclomotori è 91esima. Posizione numero 96 per le rapine in generale e 79esima per quelle in casa. Gli assalti armati ai negozi fanno segnare, invece, la 96esima posizione, così come per le rapine in strada.
Per le rapine in banca è 36esima mentre per quelle negli uffici postali è 32esima. Va decisamente peggio, almeno per quanto riguarda la classifica relativa alle estorsioni, visto che la Ciociaria è al posto 31. Per le truffe e frodi informatiche viaggia alla 74esima posizione.

Per gli stupefacenti Frosinone è ottantunesima.
Per gli omicidi volontari si posiziona al numero 92.
Un po' più preoccupanti i dati per gli omicidi colposi che vedono la Ciociaria al 22esimo posto. Decisamente peggio va per i tentati omicidi 18esima piazza. Per le violenze sessuali si registra la posizione numero 86, così come per quel che concerne lo sfruttamento della prostituzione e la pornografia minorile. Per le percosse è 60esima, mentre per le minacce è 21esima. Al 64esimo posto, invece, per le lesioni dolose.

Un nuovo reato si affaccia anche in Ciociaria, ed è quello riguardante la contraffazione di marchi che ci vede all'83esimo posto della graduatoria nazionale.
Nella classifica regionale Roma è settima in Italia, Latina 36esima, Viterbo 68esima e Rieti 80esima.