La settimana si apre con 12 positivi, come lunedì scorso. La precedente, peraltro, è stata la seconda delle ultime sette con una media giornaliera superiore a 20. Restano invariati i numeri di incidenza per 100.00 abitanti, tasso di positività e ricoveri. Ieri, altra giornata senza vittime.
Il bilancio
I 12 nuovi casi sono distribuiti in 10 centri. Solo Fiuggi e Fumone ne hanno due, mentre Anagni, Arce, Ceccano, Ferentino, Paliano, Piglio, San Giorgio a Liri e Torre Cajetani uno.
A ottobre sono 475 i positivi censiti in Ciociaria a una media di 19 al giorno, la stessa di settembre (577 casi a 19,23 di media). Dall'inizio del mese sono 47 i contagiati a Frosinone, 44 a Ceccano, 37 a Sora, 31 ad Amaseno e Veroli, 26 ad Alatri, 24 ad Anagni e Isola del Liri, 19 a Cassino e Ferentino e 16 a Fumone, 12 ad Acuto, 11 a Ripi e 10 a Monte San Giovanni Campano.
Nelle ultime tre settimane, l'andamento è stato il seguente Isola del Liri 2 (6-11 ottobre), 5 (12-18 ottobre) e 15 (19-25 ottobre), Frosinone 18, 14 e 14, Amaseno 1, 0 e 14, Sora 11, 10 e 13, Ceccano 12, 17, 12, Amaseno 7, 9 e 11.

Il confronto
Sono stati 154 i contagi nel Frusinate nell'ultima settimana. Ne sono 40 in più rispetto alla precedente, ovvero il +35,08%. Nel confronto a due settimane, invece, l'incremento è del 17,55%. Quella appena conclusa è la seconda oltre quota venti casi di media delle ultime sette. Prima dei 22 della scorsa settimana, se ne contavano 16,29 dall'11 al 17 ottobre, 18,71 tra il 4 e il 10 ottobre, 23,29 a cavallo tra fine settembre e inizio ottobre, 17,29 tra il 20 e il 26 settembre, 17,43 tra l'11 e il 17 settembre, 16,71 tra il 6 e il 12 settembre, 20,71 tra il 30 agosto e il 5 settembre e 29,71 tra il 13 e il 29 agosto. Quindi, è da fine agosto che la media settimanale oscilla tra 16 e 23 casi al giorno. Siamo dunque in una fase di assestamento con delle crescite compensate poi dalle successive discese e viceversa.

Gli indicatori
I valori che riassumono lo stato del Covid in Ciociaria si sono stabilizzati. Il tasso di positività passa dal 2,70% di domenica al 2,69% di ieri. La media dell'ultima settimana è stata del 3,02% contro il 2,25% della precedente e il 3,09% di quella prima ancora. La media di ottobre è del 2,89%.
L'incidenza per 100.000 abitanti a sette giorni per il secondo giorno consecutivo è a 32,29, mentre sabato era a 32,49. Prima ancora era stata a 30,82 e a 30,19. Da cinque giorni il valore si è attestato sopra quota 30, l'ultimo al di sotto di tale indice è stato il 20 ottobre con 26,62.

I tamponi
Ieri sono stati segnalati 446 tamponi, dato in rialzo rispetto ai due precedenti lunedì chiusi, rispettivamente, a 329 e 376. Ancor prima ne erano stati effettuati 321 e 217. La passata settimana ne ha avuti 5.390 in rialzo rispetto ai 5.220 della precedente, già questa in deciso rialzo rispetto ai 4.174 del periodo 4-10 ottobre. Da quando il green pass al lavoro è obbligatorio si registra un incremento dai 4.763 test dal 9 al 15 ottobre a 5.695 dal 16 al 22 ottobre.

I malati e i guariti
Sono 14 i nuovi guariti del Covid, mentre restano stabili, a quota 6, i pazienti ricoverati. La settimana si apre senza decessi dopo che l'ultima si è chiusa a 2, la prima oltre quota 1 dal periodo 9-15 agosto.
Il bollettino regionale
«Su 7.787 tamponi molecolari e 7.815 tamponi antigenici per un totale di 15.602 tamponi, si registrano 386 nuovi casi positivi (-73), 5 i decessi (+2), 358 i ricoverati (+23), 49 le terapie intensive (-1) e 359 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,4%», fa sapere l'assessore Alessio D'Amato.
Nel Lazio sono oltre 8,65 milioni le dosi di vaccino somministrate. Superato il 91% della popolazione adulta e l'85% di over 12 che hanno concluso il percorso vaccinale. Sono oltre 121.000 le terze dosi effettuate.

Il grazie ai sanitari
«Un simbolo che rimarrà per sempre a Frosinone - ha detto Pierpaola D'Alessandro, direttore generale della Asl nel corso della cerimonia di ringraziamento agli operatori sanitari - una provincia che ha lottato contro il virus, e continua a farlo, dove tutte le istituzioni si sono strette in una squadra che si è spesa in modo coraggioso. Una grande lezione che il Covid ci ha lasciato: solo insieme possiamo vincere. E i cittadini lo riconoscono ogni giorno».

Un grazie anche dalla consigliera regionale Sara Battisti: «Grazie al gruppo Stirpe che ha fornito la location della Prima Sole Components di Torrice, dapprima come hub vaccinale e per ospitare la nostra iniziativa. Grazie agli operatori sanitari presenti, alla "Fondazione Inclusione Salute e cura" che ha promosso i concerti con un contributo della Regione Lazio. Siamo stati i primi a ringraziare concretamente gli operatori sanitari per quanto fatto durante la pandemia con delle giornate loro dedicate».