La Guardia di Finanza della Compagnia di Colleferro ha eseguito un maxi sequestro di droga a Valmontone, partendo da un controllo all'interno di un emporio dove le Fiamme Gialle hanno scoperto infiorescenze, olii e resine di marijuana (cosiddetta light). Si tratta di sostanze vietate perché non inserite tra i prodotti autorizzati dal Ministero delle politiche agricole e forestali. In totale sono stati sequestrati 62 chilogrammi di marijuana e derivati, nell'ambito di un'operazione coordinata dal Comando provinciale di Roma ed eseguita dai finanzieri di Valmontone. Spulciando tra la documentazione amministrativa richiesta al titolare dell'emporio, è stato possibile ricostruire i canali di approvvigionamento e di individuare una piantagione di canapa sativa con 108 piante.

Sono seguiti ulteriori accertamenti, che hanno permesso di scovare altre due coltivazioni di cannabis, attrezzate dentro altrettanti giardini. La droga sequestrata avrebbe fruttato, una volta spacciata, circa 550 mila euro. Tre persone sono state denunciate all'autorità giudiziaria di Velletri per i reati di coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti. L'operazione si inserisce nel più ampio dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza della capitale per il contrasto dei traffici illeciti.

Solo nei giorni scorsi, sempre a Valmontone, era stata scoperta una serra dove si coltivava marijuana. Era stata allestita nel giardino dell'abitazione di un uomo di 53 anni, con precedenti penali, che in questo caso è stato arrestato dai carabinieri di Colleferro.