Scende il tasso di positività e diminuiscono i ricoverati presso il reparto di malattie infettive dell'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone. Ma si registra un'altra vittima per Covid. Per il secondo giorno consecutivo, dopo cinque settimane a zero decessi. Mentre prosegue a pieno ritmo la campagna vaccinale.

L'andamento
Ieri ci sono stati 20 nuovi casi. Su un totale di 963 tamponi effettuati. Un tasso di positività del 2,07%. In diminuzione rispetto al 3,64% di lunedì. Si sono registrati 4 contagi a Isola del Liri, 4 a Sora, 2 ad Amaseno. Poi 1 caso in ognuno dei seguenti Comuni: Anagni, Campoli Appennino, Cassino, Esperia, Ferentino, Frosinone, Picinisco, Rocca d'Arce, Sgurgola, Veroli. Ci sono stati pure 17 negativizzati, persone che cioè hanno superato la malattia. C'è stato un decesso: si tratta di un uomo del 1951 residente ad Arpino. Siamo nella ottantaseiesima settimana dall'inizio della pandemia in provincia di Frosinone. Dal primo caso del due marzo 2020 sono trascorsi 597 giorni. Ci sono stati 12 casi il diciotto ottobre, 20 il diciannove. Per un totale di 32 e una media giornaliera di 16. Le medie dei contagi delle ultime settimane: 125,85 nella cinquantasettesima, 96,42 nella cinquantottesima, 74,85 nella cinquantanovesima, 74,28 nella sessantesima, 58,71 nella sessantunesima, 56,42 nella sessantaduesima, 41,14 nella sessantatreesima, 26 nella sessantaquattresima. E 16,28 nella sessantacinquesima, 8 nella sessantaseiesima, 9,71 nella sessantasettesima, 6,28 nella sessantottesima, 3,7 la sessantanovesima, 2,85 nella settantentesima, 2,5 nella settantunesima, 7,28 nella settantaduesima, 17,8 nella settantatreesima, 32 nella settantaquattresima, 35 nella settantacinquesima, 37,42 nella settantaseiesima e 27,4 nella settantasettesima. Nella settantottesima 29,71. Poi 20,71 nella settantanovesima, 16,71 nell'ottantesima, 17,42 nell'ottantunesima. E nell'ottantaduesima 17,28. Poi 23,28 nella settimana ottantatré e 18,28 nell'ottantaquattresima, 16,28 nell'ottantacinquesima. Poi c'è l'incidenza di nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti. In questo momento è di 26,41. In risalita: il 14 ottobre era 24,32, il 15 ottobre 24,74, il 16 e 17 ottobre a 23,90 e il 18 a 24,74. Poi le medie mensili dei contagi: 13,8 casi al giorno a marzo 2020, 7,63 ad aprile, 0,83 a maggio, 0,46 a giugno, 0,35 a luglio, 5,16 ad agosto, 7,43 a settembre, 113,8 a ottobre, quando i nuovi casi sono stati 3.528. Quindi il boom a novembre, con 6.588 contagiati. Per una media di 219,66 ogni ventiquattro ore. A dicembre 3.468 contagi, per una media giornaliera di 111,87.

A gennaio i contagi in totale sono stati 3.144, per una media di 101,42. A febbraio 3.526 nuovi casi, per una media giornaliera di 125,92. A marzo 2021 i contagi sono stati 6.063, per una media quotidiana di 195,58. Ad aprile 2.612 casi. Per una media di 87,06. Per quanto riguarda il mese di maggio, 1.056 nuovi casi. Per una media di 34,06 ogni ventiquattro ore. A giugno 189 casi. Per una media di 6,3 ogni ventiquattro ore. A luglio 384 casi. Per una media di 12,38 ogni ventiquattro ore. Ad agosto 982 contagi. Per una media di 31,67 ogni ventiquattro ore. A settembre 577 contagi. Per una media di 19,23 ogni ventiquattro ore. A ottobre 317 contagi in diciannove giorni: media di 16,68 ogni ventiquattro ore. Infine la curva dei decessi. Questo l'andamento completo: 25 morti per Covid a marzo 2020, 23 ad aprile, 2 a maggio, 8 a giugno, poi 0 sia a luglio che ad agosto, 1 a settembre, 9 ad ottobre. Quindi l'impennata: 100 a novembre, 98 a dicembre, 73 a gennaio 2021, 73 a febbraio, 100 a marzo, 103 ad aprile. Poi: 34 a maggio, 5 a giugno, 1 a luglio. Nel mese di agosto 4 vittime. A settembre 1 decesso, ad ottobre 2.

Gli altri parametri
Intanto il numero dei ricoverati: sono 5, due in meno rispetto al giorno precedente. Gli attualmente positivi sono 207: oltre ai 5 ricoverati, 202 persone in isolamento domiciliare. I guariti sono arrivati a quota 32.605, il 94,17% di coloro che hanno contratto il virus. Il numero dei contagiati in Ciociaria è di 34.623. I decessi sono stati 672. I residenti nei 91 Comuni ciociari sono 489.083. Il tasso di mortalità misura il rapporto tra i morti per la pandemia e il numero degli abitanti. Significa che c'è stato un decesso per Coronavirus ogni 727,80 abitanti. L'attuale indice di mortalità è 0,137%. Dividendo invece il numero degli abitanti per quello dei contagiati, emerge che in Ciociaria ha contratto il virus una persona ogni 14,12 residenti. La percentuale attuale è 7,079%. C'è poi l'indice di letalità, cioè il rapporto tra persone finora contagiate e decessi. La percentuale è dell'1,94%. Vuol dire che si è registrato un decesso ogni 51,52 persone contagiate. Sul versante della copertura vaccinale, siamo all'83%. Il totale dei soggetti sottoposti a profilassi viaggia su quota 391.000: oltre 64.000 con almeno una dose, mentre 327.000 hanno completato il ciclo con due. E le terze dosi sono già somministrate 6.243.

Il bollettino
Ieri ci sono stati 2.697 nuovi casi di Coronavirus in Italia. Sale così a 4.722.188 il numero di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia. I decessi sono stati 70 (lunedì 44), conteggiando 18 morti pregressi (5 nel Lazio, 1 in Campania e 12 in Sicilia), per un totale di 131.655 vittime da febbraio 2020. Mentre il tasso di positività scende allo 0,4 %. Nel Lazio ci sono stati 326 casi positivi, 124 in più rispetto al giorno precedente. Su un totale di 40.473 tamponi (11.388 molecolari e 29.085 antigenici). Il tasso di positività è 0,8%. I decessi sono stati 10, compresi i recuperi. L'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato dice: «Aumentano le somministrazioni di dosi vaccino grazie al green pass. Quando si raggiungerà il 90% degli over 12 si potrà rivedere l'obbligo». Da ieri al via le prenotazioni della dose booster di vaccini anti Covid-19 per il personale sanitario, per i quali siano passati almeno 180 giorni dall'ultima somministrazione. Quindi il capitolo dedicato al vaccino antinfluenzale: somministrate oltre 51.000 dosi, mentre sono 687.000 quelle consegnate ai medici di famiglia.