Venghino signori venghino, la piazza salotto è pronta a ospitare turisti e avventori anche per la notte, purché siano disposti a sopportare qualche spiffero e a dormire su giacigli "bassi". Sono settimane ormai che i cittadini fanno i conti con alcuni clochard che hanno praticamente occupato i portici che si trovano a pochi metri dalla piazza e dal palazzo di giustizia. Proprio quella piazza che qualche settimana fa è stata "ridisegnata" e presentata ai cittadini come candidata ad essere una delle più belle al pari con le grandi capitali europee. Viene quasi da sorridere.
È davvero " piacevole" fare due passi sotto i portici sporchi e maleodoranti, colorati da carrellati che emanano puzze mattina, pomeriggio e sera.

I palazzi che affacciano sulla piazza avrebbero bisogno di un restyling e, in attesa di eventuali lavori e dell'agognato piano colore, offrono a chi se ne va a spasso una tavola di sfumature interessanti per appassionati e studiosi. E così, girando per la città, non è raro trovarsi davanti a muraglie di carrellati, immondizia rovesciata sulla carreggiata dai cinghiali che amano così tanto la città da frequentarla assiduamente tutte le sere per cenette e banchetti.
Buche qua e là lasciate da cantieri e lavori o causate dalla scarsa manutenzione. Tutto condito da ringhiere color dell'arcobaleno sparse tra i diversi quartieri e agli ingressi della città.

Il problema non è che ci siano persone che hanno bisogno di aiuto, sono realtà comuni, queste sì, a tutte le città europee. Quello che la maggior parte dei residenti e dei cittadini lamenta è il completo disinteresse e l'indifferenza delle istituzioni. La zona è "abitata" dai clochard di giorno e di notte, oramai hanno i loro averi sistemati sul marciapiede e una carrozzina legata a una colonnina che si trova lì. Forse, prima di vestire a "festa" la città, sarebbe il caso di riportare il decoro, altrimenti sarebbe come indossare il vestito migliore senza farsi una doccia. Il miglior profumo del mondo, il più costoso e made in Eu non copre la puzza della sporcizia.