L'incidente è avvenuto venerdì sera sulla superstrada Cassino-Formia, in territorio di Cassino all'altezza dell'hotel "La Campagnola". Un automobilista in transito non ha potuto evitare un grosso mammifero che ha attraversato improvvisamente, prendendolo in pieno. L'auto ha riportato un significativo danneggiamento, per fortuna l'automobilista non ha riportato ferite importanti, choc a parte. Ma la tragedia è stata solo sfiorata. L'animale è morto sul colpo. Ed è rimontata la polemica per la presenza di un numero troppo elevato di animali, presenti spesso in giardini, campi coltivati e persino fuori dalle attività commerciali.

Solo alcune settimana fa a finire fuori strada per la presenza di un cinghiale spuntato all'improvviso in via Vaglie era stato un ciclista della città martire, soccorso da alcuni automobilisti che avevano assistito alla scena. A dare un assist al Comune di Cassino e a quelli del Cassinate che da tempo segnalavano il sovrannumero di grossi mammiferi è stata la Regione Lazio: annunciate azioni tempestive, coordinate tra le varie autorità preposte, per venire incontro alle esigenze di agricoltori e cittadini che soprattutto negli ultimi mesi hanno più volte chiesto aiuto. L'azione ora deve diventare più stringente.