Copertura vaccinale all'82,9% in provincia di Frosinone.
In termini assoluti parliamo di 387.965 soggetti sottoposti a profilassi. Con il direttore generale della Asl Pierpaola D'Alessandro che dice: «Solo grazie al rigore siamo arrivati ad essere più liberi nonostante il virus circoli ancora tanto. Non dobbiamo arretrare di un passo». La D'Alessandro conclude rivolgendo «un invito soprattutto agli anziani e ai fragili a sottoporsi subito alla terza dose del vaccino».

Tutti i numeri della profilassi
In provincia di Frosinone il totale dei soggetti vaccinati è di 387.965: 62.796 con una dose, mentre 325.196 hanno completato il ciclo con due. E sono 5.275 le persone che hanno ricevuto la terza dose.
La copertura vaccinale è dell'82,9%. E con ogni probabilità l'aumento delle ultime settimane è legato anche alla necessità di avere il green pass. Nella fascia di età degli over 80 anni la copertura vaccinale è dell'85,7%: il 2,7% con una dose, l'83% con due. Tra i 70 e i 79 anni la copertura è dell'88,1%: 4,2% con una dose, 83,9% con due. Poi ci sono i soggetti con un'età compresa tra i 60 e i 69 anni: la copertura è dell'85,8%.
L'8,2% con una dose, il 77,6% con due. Mentre nella fascia tra i 50 e i 59 anni la copertura è dell'83,1%: 15,6% con una dose, 67,5% con due. Poi c'è l'81,3% di copertura vaccinale per i soggetti tra i 40 e i 49 anni: 15,9% con una dose, 65,4% con due. La copertura più bassa è quella della fascia tra i 30 e i 39 anni: 76%.
Con il 15% di soggetti con una dose e il 61% con due.
Poi il 78% tra i 20 e i 29 anni: 15,7% con una, 62,3% con due.

A seguire: 81,6% di copertura vaccinale tra i 16 e i 19 anni. Con il 7,9% con una dose e il 73,7% con due.
Infine il boom nella fascia dei giovanissimi, quelli con un'età compresa tra i 12 e i 15 anni: 96,5%. Con il 51,2% con una dose e il 45,3% con due. La media totale è 82,9%: 13,4% con una dose, 69,5% con due.

Terze dosi booster
La Asl sottolinea: «La terza dose permette di "risvegliare" il sistema immunitario dei pazienti fragili o anziani, permettendo di stabilizzare nel tempo la risposta immunitaria e la protezione dal virus. Dal 27 settembre è partita in tutta Italia, la somministrazione di terze dosi "booster" nell'ambito della campagna di vaccinazione anti Covid per gli over 80 e il personale/ospiti dei presidi residenziali per anziani e in seguito è stata ampliata agli over 60, a tutti i pazienti fragili di età uguale o maggiore di 18 anni e a tutti gli operatori sanitari in seguito alla sopraggiunta circolare ministeriale dell'8 ottobre».

L'Asl di Frosinone si è immediatamente attivata, in base alle indicazioni ministeriali e dopo almeno 6 mesi dalla seconda dose, ha già somministrato 5.275 dosi booster, di cui: 1.500 somministrate nelle Rsa e Case di Riposo (ospiti e operatori sanitari). Altre 150 dosi sono state somministrate a domicilio dei pazienti da parte del Servizio di assistenza domiciliare e il restante è stato somministrato negli hub aziendali dove la vaccinazione è libera e senza obbligo di prenotazione.

Rileva la Asl: «Ancora una volta si è rivelata preziosa la collaborazione con i medici di medicina generale che hanno già somministrato 198 terze dosi booster anti Covid e 7.186 dosi di vaccino antinfluenzale/antipneumococcico». Sempre la Asl: «Si ricorda che la somministrazione delle 3 dosi "booster" potrà essere effettuata tramite prenotazione online sul portale della Regione Lazio o presso gli hub vaccinali aziendali mediante accesso diretto muniti di un documento di identità e della tessera sanitaria.
Altresì la vaccinazione potrà essere effettuata presso il proprio medico di medicina generale. Sappiamo, dunque, che il vaccino è sicuro ed efficace e chi è vaccinato corre molti meno rischi di finire in terapia intensiva o morire di Covid rispetto a chi non lo è.
La terza dose è esattamente uguale alla prima e alla seconda».

Trend e report
Ieri in provincia di Frosinone sono stati registrati 20 casi. Su 830 tamponi effettuati. Per un tasso di positività del 2,4%. In lieve risalita rispetto al giorno precedente.
Questa la mappa: 3 contagi a Ferentino, 3 a Frosinone, 2 ad Acuto, 2 a Fiuggi, 2 a Roccasecca, 2 a Sora.
Poi 1 caso in ciascuno di questi Comuni: Alatri, Amaseno, Arnara, Ceccano, Falvaterra, Vico nel Lazio.
I negativizzati sono stati 24. In Ciociaria zero decessi per Covid dal 10 settembre scorso. Stabili i ricoveri presso il reparto di malattie infettive dell'ospedale Spaziani di Frosinone: 10. Siamo nella settimana numero ottantacinque dall'inizio della pandemia in provincia di Frosinone.

Questo l'andamento: 8 contagi l'undici ottobre, 12 il dodici, 21 il tredici, 12 il quattordici, 20 il quindici.
Per un totale di 73 casi e una media quotidiana di 14,6.
L'ottantaquattresima settimana era andata così: 6 casi il quattro ottobre, 11 il cinque, 18 il sei, 33 il sette, 18 l'otto, 21 il nove, 21 il dieci. Per un totale di 128 e una media di 18,28 al giorno. C'è il resoconto della Asl per la settimana che va dall'8 al 14 ottobre. Un totale di 115 casi. Su 4.625 tamponi effettuati. Tasso di positività del 2,4%. Mentre l'incidenza di nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti è di 24,10. I guariti sono stati 176.
Somministrate 6.978 dosi di vaccino, per una media giornaliera di 997. Da mesi nessuna persona ricoverata in terapia intensiva. Come al solito la Asl comunica anche il numero di bambini nati nella settimana: 41. Segnale di speranza.

Il bollettino
Ieri in Italia 2.372 nuovi casi e 42 decessi. Tassi di positività allo 0,5%. Nel Lazio si sono registrati 348 contagi, 73 in più rispetto al giorno precedente.
I decessi sono stati 7. Il tasso di positività è dello 0,8%.
Rt e incidenza in calo nel Lazio. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, superato il 90% della popolazione adulta e oltre l'84% di over 12 anni. Somministrate oltre 34.000 dosi agli over 80 anni. Sul piano nazionale il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha detto: «L'Italia ha un'incidenza tra le più contenute in Europa. Siamo in una fase di decrescita dei casi di Covid-19. La mappa dell'Europa ci mostra il nostro Paese in progressivo lento miglioramento, più Regioni hanno un colore verde».