«Un traguardo importante, 7.110 euro raccolti e donati all'associazione Melanoma Day - ad annunciarlo è Rita Repetto, sorella di Roberta morta un anno fa in circostanze al vaglio della magistratura -. Grazie di cuore a tutti quelli che hanno contribuito». Una raccolta che potrà fare la differenza e che, dalla Liguria, terra della famiglia Repetto, è arrivata dritta a Cassino all'associazione fondata da Gianluca Pistore in memoria del padre Silvio, morto prematuramente a causa di questa terribile e silente malattia.

«Voglio ringraziare la famiglia Repetto che sta lottando sia per avere giustizia che per trasformare questa drammatica vicenda in qualcosa di positivo per la collettività - ha dichiarato Pistore -. Grazie alla loro raccolta noi potremo continuare a fare la differenza nella vita di tante persone, offrendo screening dermatologici gratuiti e soprattutto con l'attività di divulgazione scientifica e sensibilizzazione che portiamo avanti con corsi di formazione, eventi di divulgazione e contenuti online visualizzati da decine di migliaia di persone.

Purtroppo a causa della pandemia tantissime persone hanno rimandato o rinunciato agli screening oncologici, questo si assiste ancora di più sulle visite dermatologiche, per questo è davvero fondamentale alzare l'attenzione sul melanoma che rimane uno dei tumori più letali se non viene preso in tempo». Una "eredità" importante quella lasciata da Silvio che ha incrociato il destino e la storia di Roberta per dare vita a qualcosa di speciale, per i familiari, gli amici e per tante persone che potranno scrivere una storia differente per il loro futuro.