Il numero è impressionante e fotografa il grande sforzo della Asl nella campagna di profilassi contro il Covid-19. Dal 29 dicembre 2020 ad oggi (meno di dieci mesi) in Ciociaria sono state somministrate 588.308 dosi di vaccino. Con il contributo fondamentale dei medici di famiglia, delle farmacie, degli hub, delle strutture private. Ma indubbiamente il ruolo dell'Azienda Sanitaria è stato e resta centrale.

La vaccinazione
In questo momento i riflettori sono puntati sulla terza dose alle categorie fragili. In provincia di Frosinone ne sono state somministrate 3.552, delle quali 1.100 a ospiti delle rsa e delle case di riposo. Da ieri nel Lazio sono aperte le prenotazioni della dose aggiuntiva anche per gli over 60 che abbiano ricevuto la seconda dose da almeno 180 giorni. Nel Lazio, come sottolinea l'assessore regionale Alessio D'Amato, è stata superata quota 90% di popolazione adulta che ha completato il percorso vaccinale. Mentre per quanto riguarda gli over 12 anni siamo all'83%. In Ciociaria il totale dei soggetti vaccinati è di 387.472: 325.113 con due dosi, 62.359 con una. In termini percentuali vuol dire che il 13,3% ha ricevuto almeno una dose, il 69,2% due. Queste le cifre per le fasce di età. Per quanto riguarda gli over 80 anni, il 2,6% con una dose, l'83,6% con due. Il totale fa 86,2%.

La fascia di età che ha la percentuale più alta è quella dei giovanissimi, tra i 12 e i 15 anni: il 96,4%. Il 51,4% con una dose, il 45% con due. La percentuale più bassa è quella nella fascia tra i 30 e i 39 anni: 75%. Il 14,8% con una dose, il 60,2% con due. Tra i 70 e i 79 anni la copertura vaccinale è dell'88,1%: il 4,3% con una dose, l'83,8% con due. Tra i 60 e i 69 anni la percentuale è dell'85,7%: 8,2% con una dose, il 77,5% con due. Quindi la fascia tra i 50 e i 59 anni: 82,6% (15,5% con una, 67,1% con due). Poi le persone con età compresa tra i 40 e i 49 anni. La copertura vaccinale è dell'80,6%: 15,7% con una dose, 64,9% con due. Quindi la fascia di età tra i 20 e i 29 anni: 77% (15,6% con una, il 61,4% con due). Tra i 16 e i 19 anni la copertura vaccinale è dell'81%: l'8,2% con una dose, il 72,8% con due. Dicevamo che sono state somministrate in tutto 588.308 dosi. Naturalmente anche a persone non residenti in provincia di Frosinone.

Il trend
Ieri è iniziata la settimana numero ottantacinque dall'inizio della pandemia. Dal primo caso del due marzo 2020 sono trascorsi 589 giorni. Ieri 8 contagi su 376 tamponi. Il tasso di positività è del 2,12%. La mappa: 2 nuovi casi ad Anagni, 2 a Frosinone, 1 ad Acuto, 1 a Ripi, 1 a Sora, 1 a Vallecorsa. I negativizzati sono stati 24. E zero decessi da oltre un mese: l'ultimo c'è stato il dieci settembre. L'ottantaquattresima settimana è andata così: 6 casi il quattro ottobre, 11 il cinque, 18 il sei, 33 il sette, 18 l'otto, 21 il nove, 21 il dieci. Per un totale di 128 e una media di 18,28 al giorno. Le medie dei contagi delle ultime settimane: 125,85 nella cinquantasettesima, 96,42 nella cinquantottesima, 74,85 nella cinquantanovesima, 74,28 nella sessantesima, 58,71 nella sessantunesima, 56,42 nella sessantaduesima, 41,14 nella sessantatreesima, 26 nella sessantaquattresima.

E 16,28 nella sessantacinquesima, 8 nella sessantaseiesima, 9,71 nella sessantasettesima, 6,28 nella sessantottesima, 3,7 la sessantanovesima, 2,85 nella settantesima, 2,5 nella settantunesima, 7,28 nella settantaduesima, 17,8 nella settantatreesima, 32 nella settantaquattresima, 35 nella settantacinquesima, 37,42 nella settantaseiesima e 27,4 nella settantasettesima. Nella settantottesima 29,71. Poi 20,71 nella settantanovesima, 16,71 nell'ottantesima, 17,42 nell'ottantunesima. E nell'ottantaduesima 17,28. Poi 23,28 nella settimana ottantatré e 18,28 nell'ottantaquattresima. Quindi le medie mensili dei contagi, altrettanto significative: 13,8 casi al giorno a marzo 2020, 7,63 ad aprile, 0,83 a maggio, 0,46 a giugno, 0,35 a luglio, 5,16 ad agosto, 7,43 a settembre, 113,8 a ottobre, quando i nuovi casi sono stati 3.528. Poi il boom a novembre, con 6.588 contagiati. Per una media di 219,66 ogni ventiquattro ore. A dicembre 3.468 contagi, per una media giornaliera di 111,87.

A gennaio i contagi in totale sono stati 3.144, per una media di 101,42. A febbraio 3.526 nuovi casi, per una media giornaliera di 125,92. A marzo 2021 i contagi sono stati 6.063, per una media quotidiana di 195,58. Ad aprile 2.612 casi. Per una media di 87,06. Per quanto riguarda il mese di maggio, 1.056 nuovi casi. Per una media di 34,06 ogni ventiquattro ore. A giugno 189 casi. Per una media di 6,3 ogni ventiquattro ore. A luglio 384 casi. Per una media di 12,38 ogni ventiquattro ore. Ad agosto 982 contagi. Per una media di 31,67 ogni ventiquattro ore. A settembre 577 contagi. Per una media di 19,23 ogni ventiquattro ore. A ottobre 203 contagi in undici giorni: media di 18,45 ogni ventiquattro ore. Poi la curva dei decessi. Questo l'andamento completo: 25 morti per Covid a marzo 2020, 23 ad aprile, 2 a maggio, 8 a giugno, poi 0 sia a luglio che ad agosto, 1 a settembre, 9 ad ottobre. Quindi l'impennata: 100 a novembre, 98 a dicembre, 73 a gennaio 2021, 73 a febbraio, 100 a marzo, 103 ad aprile. Poi: 34 a maggio, 5 a giugno, 1 a luglio. Nel mese di agosto 4 vittime. A settembre 1 decesso. Zero ad ottobre. L'incidenza di nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti è di 27,25. Stabili i ricoverati presso il reparto di malattie infettive dell'ospedale Spaziani: 12.

Il bollettino
Ieri sono stati 1.516 i contagi in Italia. Domenica erano stati 2.278. Dall'inizio della pandemia le persone che hanno contratto il virus sono state 4.701.832. Ieri le vittime sono state 34. Per un totale di 131.335 dall'inizio. Nel Lazio i nuovi casi positivi sono stati 188, 33 in meno rispetto a domenica. Mentre, con riferimento a lunedì 4 ottobre, la flessione è stata di 52 casi. In totale effettuati 12.571 tamponi, 8.730 molecolari e 3.841 antigenici. Il tasso di positività è all'1,4%. Infine, il vaccino antinfluenzale: nel Lazio ritirate, dai medici di famiglia e dai pediatri, oltre 350.000 dosi.