Una bella mattinata per premiare il coraggio e l'altruismo. La si è vissuta ieri mattina all'Istituto d'istruzione superiore "Cesare Baronio" di Sora dove il prefetto Ignazio Portelli ha premiato un giovane eroe dei nostri giorni, che con il suo slancio e la sua prontezza ha salvato la vita a un gruppo di piccoli scout.

È la storia di Filippo Liquori, sorano, 14 anni, alunno della classe prima M. I primi giorni di settembre Filippo stava svolgendo un campo scout a Villavallelonga, in provincia de L'Aquila, alla guida di una squadra di bambini di otto e nove anni quando è scoppiato un incendio. Il ragazzo ha messo a frutto ciò che aveva imparato dal suo capo scout Ivano Tatangelo e senza perdersi d'animo si è dato da fare, salvando tutta la squadra dal fuoco.

La premiazione è avvenuta nella classe di Filippo, davanti ai suoi orgogliosissimi compagni, alla presenza della dirigente scolastica Patrizia Carfagna, del sindaco di Sora Roberto De Donatis, di alcuni docenti e della famiglia del giovane.
«Ricordo che siamo stati svegliati nel corso della notte a causa di un incendio che si era sviluppato nel campo ha raccontato il protagonista Una volta messo al sicuro il mio gruppo, sono andato ad aiutate il mio capo scout a spegnere le fiamme ed anche a riprendere gli oggetti di tutti i ragazzi dai dormitori».
Parole di elogio da parte del prefetto Portelli che si è congratulato con il giovane per il coraggio dimostrato esprimendo l'auspicio che altri giovani possano prendere esempio dal suo gesto.
Al ragazzo anche i complimenti della preside Carfagna, del sindaco De Donatis, dei docenti e di tutto il personale dell'istituto.l