La Pro loco accende i motori. L'associazione di promozione turistica, guidata dall'ex dirigente scolastico prof. Ennio Cialone, nei giorni scorsi era finita sotto accusa, perché a detta di qualche simpatizzante, risulterebbe essere poco attiva nella promozione degli eventi. La stessa che oggi chiama a raccolta le associazioni culturali presenti sul territorio, per un progetto unitario in occasione prossime festività natalizie.

L'invito, rivolto alle altre associazioni di promozione del territori è un chiarissimo invito a proporre idee e, progetti in sinergia con il tessuto associativo e che porti benefici reali alla collettività. Le associazioni culturali presenti sul territorio della cittadina termale, ben coordinate dal consigliere comunale Simona D'Adamio da sempre rappresentano, come da tradizione, uno strato sociale molto importante.

L'idea partita dal massimo organo di promozione turistica quale è la Pro loco fa ben sperare nella direzione di una cabina di regia unica e condivisa.
In maniera tale da raggiungere traguardi che marciando divisi rasenterebbero la pura utopia. Ora la speranza di chi crede in questa simbiosi è poter ricevere una riposta positiva, di adesione convinta da parte di tutte le associazioni fiuggine che perseguono questo scopo.
Dove lavorare in sinergia negli anni passati ha registrato sempre qualche diffidenza.