Una notizia terribile che ha lasciato senza fiato tutta la comunità di Sant'Apollinare quella della morte improvvisa di Maurizio Valente, deceduto qualche giorno fa per cause naturali. «La sua scomparsa - ha detto il sindaco Enzo Scittarelli - ha lasciato in tutti noi un vuoto profondo.

Era una persona buona e intelligente che ha formato intere generazioni di sportivi nel calcio e che si è sempre mostrato disponibile ad intercettare le varie sensibilità dei ragazzi, punto di riferimento non solo per il paese ma per tutta la provincia». Cinquantatré anni, celibe, collaboratore scolastico presso l'Istituto Tecnico Commerciale di Cassino, Maurizio è stato accompagnato ieri nel suo ultimo viaggio terreno da una folla di amici e parenti dopo una solenne e partecipata messa che si è tenuta nella chiesa madre.