Si introduce nell'abitazione chiusa dei suoi genitori per rubare. Immediato l'intervento dei militari della sezione Radiomobile della Compagnia di Cassino, coadiuvati dagli agenti del locale Commissariato. La segnalazione giunta al numero unico di emergenza (112) denunciava la presenza di una persona che si stava introducendo furtivamente all'interno di una abitazione privata in stato di abbandono risultata successivamente essere di proprietà dei genitori del segnalato, hanno proceduto all'identificazione di un giovane, del luogo, già noto per reati contro la persona e il patrimonio.

Nel corso del controllo il giovane dava in escandescenze scagliandosi con violenza contro gli operanti e procurandogli delle lievi contusioni. Ed è stato tratto in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, condotto presso gli uffici del Comando di Compagnia e sottoposto a visita da parte dei sanitari del 118 del locale nosocomio: i medici hanno evidenziato un forte stato di agitazione sottoponendolo a sedazione. L'autorità giudiziaria, informata dagli operanti, ha disposto il rito direttissimo celebrato nella giornata di ieri nel corso del quale ha convalidato l'arresto ed ha disposto per lo stesso l'obbligo di firma giornaliera