Tempi brevi per l'apertura del cantiere alla scuola "Giovanni Colasanti", intanto l'Amministrazione ha programmato un incontro con i genitori degli alunni che frequentano l'istituto per illustrare loro i dettagli del progetto e le modalità organizzative che assicurano la continuità didattica.

Il cantiere per la messa in sicurezza e l'adeguamento alle norme antisismiche dell'edificio scolastico dovrebbe essere aperto entro un mese. Lo annuncia il sindaco Marco Galli che in un post pubblicato sui social scrive: «I lavori che entro breve tempo inizieranno nel plesso "G. Colasanti", sono il risultato di un lungo percorso finalizzato a migliorare e rendere più sicure le scuole di Ceprano. Un intervento complesso che comporterà lo spostamento temporaneo dei bambini in una sede diversa e predisposta allo scopo, per consentire l'esecuzione delle opere.

Ai fondi investiti per la ristrutturazione del plesso, circa due milioni e 700.000 euro (la gara per l'esecuzione degli interventi è stata già espletata e i lavori assegnati), si devono sommare altri 200.000 euro per opere di adeguamento anti-Covid, oltre 300.000 per il noleggio delle aule prefabbricate e 50mila per ulteriori spese, fondi ottenuti recentemente dal Comune. Inoltre, a breve inizieranno anche i lavori per la ristrutturazione della palestra annessa all'istituto; un'opera per un importo di circa 600mila euro.

Si tratta del più grande intervento sulle scuole compiuto a Ceprano da tanti anni - sottolinea il primo cittadino - e che consentirà di riqualificare e riportare esteticamente allo splendore iniziale una struttura alla quale siamo tutti affezionati». Quindi, il sindaco cocnlude: «I lavori partiranno entro un mese circa e, per illustrare ai genitori nel dettaglio gli interventi, la prossima settimana verrà organizzata un'apposita riunione».