Anche il Comune di Sant'Elia ha emesso un'ordinanza molto dettagliata per il contenimento del sovrannumero dei cinghiali. Un problema molto sentito in tutto il territorio: così, oltre a Cassino, anche Sant'Elia ha programmato l'abbattimento dei cinghiali.

«Le prime battute saranno eseguite proprio a confine tra i due Comuni e le specifiche aree di intervento saranno individuate, previa segnalazione e con il contributo delle associazioni di categoria degli agricoltori, di concerto con l'Atc Fr2» fa sapere il primo cittadino, Roberto Angelosanto.

La decisione, preannunciata in una riunione con sindaci e coltivatori, polizia provinciale e ambito territoriale di caccia, è finalizzata a tutelare gli agricoltori danneggiati dalle incursioni.