Per il secondo giorno consecutivo Frosinone registra 18 contagi al Covid-19. E 18 sono pure i guariti. Gli indici si mantengono sulla stessa linea con un lieve rialzo del tasso di positività e un altrettanto lieve decremento dell'incidenza per 100.000 abitanti. Tuttavia, continua a salire il numero dei ricoverati, ieri due in più rispetto al precedente bollettino.

La giornata
I 18 casi di ieri interessano dodici comuni. 3 sono di Casalvieri e Veroli, 2 di Frosinone e Villa Latina, 1 di Amaseno, Cassino, Ferentino, Fiuggi, Morolo, San Giovanni Incarico, Supino, Vallerotonda.
In questa settimana i casi sono 65 a una media di 16,25 al giorno. La passata settimana, sempre al giovedì, i contagi erano 82 a 20,5 di media, mentre in quella prima ancora erano 120 a 30 di media. A due settimane la contrazione è del 45,83%, mentre rispetto al dato di sette giorni fa la diminuzione è del 20,73%.
I casi di settembre sono 183 a una media di 20,33. Il dato rispetto ad agosto si sta abbassando considerato che agosto si è chiuso a 31,67 di media. Da ottobre 2020 a oggi sotto questa cifra sono finiti solo luglio con 12,38 e giugno con 6,30.
A settembre sono 26 i casi di Frosinone, poi 23 a cassino, 14 ad Anagni, 10 a Veroli, 9 ad Alatri, 7 a Sant'Elia Fiumerapido e 6 a Ferentino e Roccasecca.

Gli indicatori
Il tasso di positività subisce un leggero rialzo, posizionandosi al 4,48% rispetto al 4,17% del giorno precedente. Martedì, tuttavia, era il 5,48%. Nel mese di settembre il tasso al momento si mantiene appena sotto il 5% al 4,98% al di sotto dei livelli di agosto, terminato con il 6,80%, il dato peggiore dal 10,94% di marzo.
L'incidenza per 100.000 abitanti su sette giorni non subisce particolari scossoni, ma scende dal 27,67 della giornata precedente al 26,83. È l'identico valore del 26 luglio scorso. Da allora non era mai stato così basso con la sensibile differenza che il 26 luglio il trend era in rialzo e ora è al ribasso.

I guariti
Sono 18 anche i nuovi negativizzati in provincia di Frosinone. Per la seconda volta in otto giorni sono meno di 20. Segno che il grosso dei positivi di agosto si sta negativizzando. Tuttavia, resta un campanello d'allarme e riguarda il rialzo della quota dei ricoverati, saliti ieri di due unità e ora 18. Rispetto a due giorni fa sono 6 in più.

I numeri del Lazio
L'assessore regionale Alessio D'Amato traccia il bilancio della nuova giornata di lotta al Covid: «Nel Lazio su 10.195 tamponi molecolari e 16.324 tamponi antigenici per un totale di 26.519 tamponi, si registrano 310 nuovi casi positivi (-62), sono 94 i casi in meno rispetto a giovedì 2 settembre. Sono 5 i decessi (+3), 463 i ricoverati (-3), 58 le terapie intensive (-6) e 516 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 1,1%. I casi a Roma città sono a quota 152.

Stabile la pressione sulla rete ospedaliera». Sui vaccini aggiunge che «prosegue la campagna vaccinale: immunizzato l'80% della popolazione over 12, prossimo obiettivo l'85%».
Lo stesso D'Amato ritorna sul caso del rave party nel Viterbese e dichiara a proposito della relazione conclusiva della Asl della Tuscia sulle attività di screening: «nessun incremento dei positivi nelle zone interessate, dopo oltre due settimane dall'evento, straordinaria iniziativa di testing gratuito e di vaccinazione con i vax tour».
La terza dose
La Commissione tecnico-scientifica dell'Aifa ha espresso parere favorevole alla terza dose del vaccino. Andrà a immunodepressi, "grandi anziani", ospiti delle Rsa e medici maggiormente esposti al Covid. Per i richiami saranno usati Pfizer e Moderna.