«Un ulteriore grande risultato per la tutela del demanio civico di Castelliri. La collettività vince ancora grazie alla competenza e tenacia dell'avvocato Claudia Federico». A comunicare con gioia il risultato è il portavoce del comitato sugli usi civici Danilo De Gasperis, che da anni si batte, in prima linea, per l'annosa vicenda.

Una storia fatta di carte bollate che va avanti ormai da diversi anni. Un risultato sperato da molti castellucciani che ora possono gioire. Infatti, De Gasperi spiega passo passo gli ultimi passaggi: «Grande soddisfazione per i cittadini che ottengono un'ulteriore vittoria nella battaglia per la tutela dei diritti civici e del demanio civico. La Corte d'appello di Roma, sezione speciale usi civici, con sentenza numero 5781/2021 del 22 luglio 2021, depositata il 1 settembre 2021, accogliendo le argomentazioni difensive degli utenti, ha confermato pienamente la sentenza numero 17/2018 del commissario agli usi civici di Roma che aveva, tra l'altro, dichiarato la nullità delle vendite di terreni collettivi effettuate dal Comune di Castelliri e disapplicato gli atti di legittimazione illegittimi nonché gli atti amministrativi che regolamentano l'esercizio degli usi civici. In particolare, su quest'ultimo aspetto la Corte ha evidenziato l'arbitrarietà delle ordinanze con cui il Comune di Castelliri ha sospeso il pascolo fin dall'anno 2010».

Il portavoce del comitato di cittadini nato diversi anni fa, De Gasperis, conclude: «Questa sentenza rappresenta un ulteriore importante traguardo della collettività di Castelliri nella difesa del proprio territorio e dei diritti collettivi».