La certosa di Trisulti rimane chiusa al pubblico e ancora ignota è la data in cui riaprirà i battenti. Era il 27 luglio scorso (il giorno dopo l'addio della Dhi, ndr), quando la Regione Lazio annunciava l'accordo con il Mibac che, con l'azienda Laziocrea, avrebbe restituito Trisulti "A tutto il mondo come spazio aperto e di cultura".

Da allora si attendono novità e, sicuramente, sul silenzio avranno pesato più fattori: la "pausa agostana", la burocrazia, l'attacco hacker ai sistemi informatici regionali il 30 luglio. In più, da alcuni giorni, sui muri esterni della certosa è apparso un avviso in cui è scritto che sono in corso dei lavori in vista della riapertura.

In effetti, all'interno di Trisulti, si stanno effettuando dei piccoli interventi di manutenzione ordinaria (sfalcio della vegetazione spontanea e la pulizia di alcuni ambienti).
Da questo si capisce come la certosa non sia stata lasciata nelle migliori condizioni possibili, risentendo del lunghissimo periodo di chiusura forzata suggerito dal lockdown e non solo.

I tempi per riaccogliere i visitatori non sono noti: molti domandano di conoscere il giorno in cui potranno rimettere piede dentro. L'unica risposta è che occorre avere pazienza.