Continuano a scendere i casi di Covid in provincia di Frosinone: -36% in una settimana. Ieri segnalati 16 positivi, 54 negativizzati. Calano da 11 a 9 i ricoverati, mentre vanno giù i vari indicatori.

Intanto prosegue spedita la campagna vaccinale: a trainarla la fascia 12-15 anni, arrivata al 76,8% su una media provinciale che è al 78,8%. Alta l'attenzione anche per i medici che non si vaccinano, dopo l'annuncio di giovedì delle nuove sospensioni.
«La Asl di Frosinone ha sospeso la convenzione con un medico di medicina generale che al momento non si è vaccinato - fa sapere l'unità di crisi anti Covid della Regione - Inoltre, l'ordine dei medici della Ciociaria ha sospeso la professionista in attesa della vaccinazione.
Non ci sarà alcuna interruzione dell'attività assistenziale per i cittadini poiché già stamani (ieri, ndr) ha preso servizio il sostituto. Questo è un caso isolato, la stragrande maggioranza di medici e operatori è vaccinato, ma è in corso in tutte le aziende l'attività di verifica nel rispetto della legge».

La giornata
Sono 16 i nuovi positivi in provincia. 5 sono di Anagni, 2 di Alatri, Casino e Ferentino, 1 di Frosinone, Atina, Patrica, Roccasecca e Veroli. Si registra un calo rispetto agli ultimi giorni dopo i 33 del 1° settembre e i 22 dell'altro ieri. Il totale settimanale è 98 a 19,60 di media. Nel confronto con la scorsa settimana (a 155 al venerdì, media 31) la contrazione è del 36,7%. In questi primi tre giorni di settembre i casi sono 17 a Cassino, 10 a Frosinone, 5 ad Anagni, 4 ad Alatri, Pignataro Interamna, Roccasecca e Sant'Elia Fiumerapido.
Agosto si è chiuso con Frosinone a 104 rispetto ai 55 di luglio, Cassino a 107 contro 16, Alatri a 57 contro 17,Sora a42 contro14,Anagni a37 contro 8, Ceccano a 53 contro 40, Ferentino a 31 contro 35, Veroli a 15 contro 12, Pontecorvo a 44 contro 9, Aquino a 44 contro 3 e Roccasecca a 30 contro 12.

Gli indicatori
Continua la frenata del tasso di positività, giunto al 3,61% dopo aver toccato il 1° settembre il top degli ultimi otto giorni con il 6,63%. Il mese è iniziato a una media di 5,29% contro il 6,80% con il quale si era chiuso agosto, iniziato, a sua volta, con un 8,14%.
Giù l'incidenza settimanale ogni 100.000 abitanti (che si rileva di venerdì) a 31,66 contro il 46,54 di venerdì scorso (e il 35,54 di ieri). Tale valore non era così basso dal 29,56 del 27 luglio e, per un venerdì, dal 20,34 del 23 luglio.

La campagna vaccinale
La Asl di Frosinone evidenzia l'«enorme balzo in avanti nella copertura vaccinale della fascia di età compresa tra i 12e i 15 anni. Sono gli adolescenti che stanno scalando la classifica nella campagna vaccinale raggiungendo il 76,8%, in provincia di Frosinone.
L'accelerazione nei numeri rappresenta un fattore di interesse soprattutto per la ripresa in sicurezza delle lezioni». Se i giovani corrono, la fascia16-19 anni è al 74,8%, arrancano i trentenni che non vanno oltre il 69,7%, unica fascia che in Ciociaria è sotto il 70% di immunizzati. Poi i ventenni sono al 71,2%, i quarantenni al 77,2%, i cinquantenni all'80%, i sessantenni all'84,2%, i settantenni all'87,2% e gli ultra ottantenni all'86,2%. 

I guariti
Sono 54 i nuovi negativizzati dopo i 46 di giovedì.
E anche i ricoverati, in 24 ore, scendono, da 11 a 9.
In settimana sono già guariti in 193.

Il bollettino
Nel Lazio su 19.618 test - fa sapere l'assessore Alessio D'Amato - si registrano 430 positivi (+26),ma 117 in meno rispetto a venerdì scorso, 8decessi(+4) compresi i recuperi, 446 i ricoverati (-4), 67 le terapie intensive (+1) e 589 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2,1%. L'Rt si conferma in calo, a 0,85, mentre sono stabilii dati sull'ospedalizzazione. L'incidenza settimanale ogni 100.000abitanti è a 58,72, mentre in Italia è a 74 ed è in leggero aumento.