Una violenta lite avvenuta nei pressi di un bar del centro di Arce tra due uomini, per futili motivi riconducibili verosimilmente al loro stato di alterazione psico-fisica dovuta ad assunzione di sostanze alcoliche. Protagonisti un 20enne albanese ed un suo connazionale di 44 anni. Al termine della lite i due sono stati trasportati al pronto soccorso e sono state avviate le indagini.

Ad Arce, i militari della locale Stazione hanno notificato il Daspo urbano, comunamente denominato "Daspo Willy", consistente nel "divieto di accedere per anni due ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico intrattenimento o di stazionare nei pressi degli stessi nel comune di Arce", nei confronti del cittadino 20enne albanese, residente a Fontana Liri, già censito per reati contro il patrimonio e la persona. Il provvedimento è stato emesso dalla Questura di Frosinone a seguito di attività info-investigativa dei militari operanti, avviata dopo la violenta lite.

Al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Sora il 20enne è stato riscontrato affetto da lesioni giudicate guaribili in cinque giorni, mentre il 44enne veniva giudicato in prognosi riservata per "trauma occhio dx e ferite da taglio multiple del volto", provocate dal 20enne con l'utilizzo di una bottiglia di vetro rotta;