Al via la restituzione dei soldi per i ticket di trasporto, mensa e asili nido non usufruiti. Una bella novità per le famiglie di Pontecorvo che potranno così riavere i soldi utilizzati. Il problema è nato nell'anno scolastico 2019/2020 quando a causa dell'emergenza sanitaria determinata dal Covid 19 si bloccarono tutte le attività.
Scuole chiuse e servizi sospesi.

Lockdown che portano al fermo degli anni scolastici.
In quel contesto molte famiglie si ritrovarono con ticket per asili nido, mensa e trasporto già acquistati ma non utilizzati. Che fare a quel punto? L'assessore alla pubblica istruzione Annagrazia Longo ha ascoltato le richieste delle famiglie assicurando il massimo impegno per fare in modo che quei soldi tornassero nelle disponibilità dei bilanci familiari.

E nella giornata di ieri si è arrivato all'atto conclusivo.
Dalla municipalizzata, che eroga tutti e tre i servizi, sono stati trasmessi gli elenchi ufficiali di chi ha diritto ad avere il rimborso. Acquisita la lista dei nomi il tutto è passato nelle mani della giunta comunale che nella giornata di ieri ha approvato l'apposita delibera. Gli aventi diritto dovranno utilizzare l'apposita modulistica grazie al quale saranno interamente rimborsati per le somme pagate per servizi non utilizzati.

«Abbiamo firmata una delibera di giunta con cui restituiremo i soldi a quelle famiglie che, per via del covid e quindi della chiusura dell'anno 2019/2020, non hanno usufruito dei servizi trasporto, mensa ed asilo nido - ha affermato l'assessore alla pubblica istruzione Annagrazia Longo - Finalmente potremo restituire le quote a quelle famiglie che avevano pagato il mese di marzo, aprile, maggio e giugno dell'anno scolastico 2019/2020, senza mai usufruirne. Questo è stato un impegno che mi sono presa particolarmente a cuore e che finalmente si concretizza. Infatti l'azienda speciale multiservizi ci ha trasmesso gli elenchi di tutte quelle persone che hanno diritto al rimborso le quali dovranno rivolgersi all'ufficio servizi sociali e presentare un idoneo modulo all'ufficio scolastico».