Stupore per alcuni cittadini che transitando a piedi nel centro storico di Ferentino, hanno notato lo storico edificio ex ostello ed ex scuola e già sede dell'accademia delle Belle Arti di Frosinone, privo dei discendenti finali sicuramente di rame, metallo che fa gola ai furfanti. Del palazzo situato tra via Antica Acropoli e via S.M.Caterina Troiani, oggi è proprietaria una società privata che, magari, potrebbe non essere al corrente del fatto. Secondo la testimonianza di alcuni residenti di via Antica Acropoli quei discendenti erano già stati rimpiazzati una volta e per la seconda volta sono stati smantellati e portati via dai predoni di "oro rosso". Ma non solo. Nel piazzale antistante c'erano anche due panchine improvvisamente sparite, come anche una lanterna.

Tutto questo fa meraviglia, se non altro perché l'edificio si trova a poca distanza dalla caserma dei carabinieri. Giorni fa c'erano anche alcuni turisti di passaggio con lo sguardo proiettato verso il palazzo privo dei discendenti in basso, solitamente di rame giustappunto. Ne mancano quasi una decina di metri. Tuttavia in punti diversi del centro storico è possibile notare la mancanza dei discendenti in basso, è presumibile che siano passati i ladri di metallo. Già, "oro rosso". Così viene definito da qualche anno il rame evidentemente sempre più prezioso.

Questo metallo infatti, secondo gli esperti, è diventato sempre più diffuso e richiesto e il suo prezzo, nei mercati e nelle borse mondiali, è diventato sempre più interessante. Per cui a mettere gli occhi sul rame non ci sono solo imprenditori e fondi di investimento ma anche i malviventi, sempre attenti alle opportunità che il mercato nero può offrire. I furti di rame sono in crescita ovunque e causano danni ingenti. All'ingresso inferiore dell'edificio ex scuola c'è anche una telecamera privata, ma è puntata verso il portone. Quindi anche se fosse in funzione, non si sarebbe potuta rendere utile all'evenienza.