Rischio basso, valore Rt in calo e copertura vaccinale simile a quella della Danimarca. Sono i tre elementi che l'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato ha tenuto a sottolineare nel Lazio. Mentre in provincia di Frosinone il tasso di positività continua a scendere.

La situazione
Ieri in Ciociaria sono stati registrati 27 nuovi casi su 470 tamponi processati. Per un tasso di positività del 5,74%. In costante diminuzione negli ultimi giorni: 6,2% venerdì, 7,79% giovedì, 12,95% mercoledì. Questa la mappa dei casi di ieri: 4 contagi ad Alatri, 4 a Sora, 4 a Torre Cajetani, 3 a Cassino, 2 a Castrocielo, 2 a San Donato Valcomino. Poi 1 caso in ognuno di questi Comuni: Aquino, Boville Ernica, Castelliri, Fiuggi, Frosinone, Monte San Giovanni Campano, Pontecorvo, Roccasecca. Ci sono stati anche 68 negativizzati, persone che cioè hanno superato la malattia. Zero decessi. Mentre i pazienti Covid ricoverati presso il reparto di malattie infettive dell'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone sono 12, uno in più rispetto all'altro ieri.

Siamo nella settantottesima settimana dall'inizio della pandemia in provincia di Frosinone. Dal primo caso del due marzo 2020 sono trascorsi 545 giorni. Questo l'andamento: 6 casi il ventitré agosto, 24 il ventiquattro, 60 il venticinque, 30 il ventisei, 35 il ventisette, 27 il ventotto. Per un totale di 182 e quindi una media di 30,33 ogni ventiquattro ore. La settantaseiesima settimana era andata così: 16 contagi il nove agosto, 62 il dieci, 40 l'undici, 20 il dodici, 26 il tredici, 40 il quattordici, 58 il quindici. Un totale di 262 nuovi casi e una media giornaliera di 37,42. Poi la settimana numero settantasette: 4 casi il sedici agosto, 43 il diciassette, 26 il diciotto, 21 il diciannove, 31 il venti, 42 il ventuno, 25 il ventidue. Per un totale di 192 nuovi casi e una media quotidiana pari a 27,4. Negli ultimi sette giorni ci sono stati 207 contagi, per un'incidenza settimanale di nuovi casi ogni 100.000 abitanti che scende a 43,39. Era di 46,54 venerdì.

Il report della Asl
Consueto resoconto settimanale dell'Azienda Sanitaria Locale di Frosinone. Nella settimana compresa dal 20 al 26 agosto ci sono stati 218 contagi. Su un totale di 2.788 tamponi effettuati. Il che vuol dire un tasso di positività del 7,81% e un'incidenza di 45,70 nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Ci sono stati anche 266 guariti. Mentre le dosi di vaccino somministrate sono state 10.971. Per una media di 1.567 al giorno. Restano Covid free i reparti delle terapie intensive. Come al solito la Asl comunica anche i nuovi nati: sono stati 42 in una settimana. Anche in questo caso vale la pena confrontare i dati con quelli delle settimane precedenti. Dal 13 al 19 agosto c'erano stati 217 nuovi casi.

Per un'incidenza di 45,49 nuovi casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Dal 6 al 12 agosto 223 contagi e un'incidenza di 46,75. Dal 13 al 19 agosto 3.059 tamponi effettuati, la settimana precedente 3.443. Mentre è sul versante delle dosi di vaccino somministrate che si era passati dalle 25.039 della settimana dal 6 al 12 agosto alle 6.567 di quella dal 13 al 19 agosto. Il che aveva comportato una discesa della media giornaliera di dosi somministrate: da 3.577 a 938,14. Poi c'erano stati 191 guariti dal 13 al 19 agosto e 181 dal 6 al 12 agosto. E per quanto riguarda il conto dei bambini nati ogni sette giorni: 57 dal 6 al 12 agosto, 41 dal 13 al 19. Nelle ultime tre settimane i dati principali sono sostanzialmente stabili.

La copertura vaccinale
Il punto lo ha fatto direttamente l'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato. Rilevando: «I trend settimanali nel Lazio sono tutti in lieve discesa, il valore Rt (ndr: l'indice di trasmissibilità del virus) a 0.91 è al di sotto della media nazionale, la classificazione complessiva del rischio è bassa e l'altro ieri si sono superate abbondantemente le 32.000 somministrazioni. La pressione sulla rete ospedaliera rimane stabile, ma al di sotto delle soglie di allerta. Questo scenario è reso compatibile dall'alto livello di copertura vaccinale che vede la nostra Regione, con 7,7 milioni di somministrazioni, prima in Italia e tra le prime a livello europeo in rapporto alla popolazione, con il 75% della popolazione dai 12 anni in su che ha completato l'iter vaccinale. Soglie molto simili a quelle raggiunte ad esempio da Stati come la Danimarca che hanno l'equivalente della popolazione della nostra regione.

Ora si tratta di imprimere una ulteriore accelerazione per superare la soglia dell'80%. Un ruolo importante in questa fase dovranno averlo i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, che devono chiudere la partita in una iniziativa di re-call rivolta agli assistiti indecisi. Bisogna evitare che in autunno/inverno questa diventi la pandemia dei non vaccinati riducendo al minimo questa platea. Oramai è conclamato che vaccinarsi riduce notevolmente i rischi, ed è per questo motivo che dal 1° settembre, oltre al classico sistema di prenotazione online, sarà possibile accedere direttamente agli Hub vaccinali con la tessera sanitaria per chi non si è ancora prenotato e vuole vaccinarsi». Ma il Lazio si sta preparando anche alla vaccinazione antinfluenzale, il cui protocollo è stato già approvato dalla Regione e inviato a metà agosto ai 4.500 medici di famiglia.

Il bollettino
Sono stati 6.860 i casi positivi ieri in Italia. Venerdì erano stati 7.826. 54 le vittime in un giorno, rispetto alle 45 di ventiquattro ore prima. Effettuati 293.464 tamponi molecolari e antigenici. Il tasso di positività è del 2,34%, rispetto al 2,95% di venerdì. Si legge nel report dell'Istituto Superiore di Sanità: «Aumentano i casi di Covid-19 fra le persone con età superiore a 60 anni rispetto alla settimana precedente. Si registra inoltre un aumento dell'età mediana negli ultimi quattordici giorni che arriva a 33 anni». Da fine giugno 2021 si è osservato un aumento dell'incidenza settimanale nella popolazione di età fra 0 e 40 anni. Nel Lazio 447 contagi ieri. Su 16.000 test (4.000 molecolari e 12.000 antigenici). Ci sono stati 100 casi in meno rispetto a venerdì. E addirittura 106 in meno con riferimento a sabato 21 agosto.