Da tempo i litigi erano sempre più frequenti. Diversi gli episodi di violenza nei confronti dei genitori.
L'ultimo sabato scorso, quando solo il tempestivo intervento dei carabinieri della stazione di Anagni ha evitato il peggio. Lui, un venticinquenne della città dei Papi, è finito nei guai. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per maltrattamenti in famiglia.

I fatti
Hanno sperato fino all'ultimo che il figlio potesse cambiare. Ma gli atteggiamenti di violenza non sono diminuiti. Anzi, continui i litigi, le aggressioni. Queste le accuse nei confronti di un giovane anagnino.
I militari della locale stazione hanno denunciato per il reato di "maltrattamenti in famiglia", il venticinquenne del luogo dopo l'ultimo episodio avvenuto lo scorso week-end.

Il giovane, sempre stando alle accuse che gli vengono contestate, già da diverso tempo, a causa di dissidi familiari ha posto in essere atti di violenza nei confronti dei propri genitori. Lo scorso 21 agosto a seguito di un altro litigio si è scagliato contro il padre e solo il tempestivo intervento dei militari operanti ha permesso di scongiurare più gravi conseguenze.
Come detto per il venticinquenne è pertanto scattata la denuncia per maltrattamenti in famiglia.
E solo grazie al tempestivo intervento dei carabinieri sabato scorso è stato evitato il peggio.