Ancora una notte di colpi nella Valle dei Santi. Questa volta sono state ripulite tre abitazioni a Sant'Apollinare. Da una di esse hanno portato via persino un'Alfa Romeo 147. Da mesi ormai in tutta la zona c'è chi giura di vedere ladri in fuga tutte le sere, e molti raccontano di notte trascorse a inseguire automobili, dell'esistenza di gruppi Whatsapp per tenere informata tutta la popolazione e scambiare informazioni utili. Qualcuno pensa alle ronde, altri riconducono a più miti consigli di affidarsi alle forze dell'ordine.

Nei paesi della valle dei santi, insomma, in particolare tra Sant'Andrea dal Garigliano, Sant'Ambrogio sul Garigliano e Sant'Apollinare, fino al confine con il comune casertano di Rocca d'Evandro, la paura dei ladri non ha consentito di vivere un'estate "normale", proprio mentre sono state allentate le misure di restrizione della pandemia da Covid. Nelle ultime settimane è stata visitata anche un'abitazione nel comune di Vallemaio. Quando la padrona di casa è rientrata, non ha potuto fare altro che constatare che dei delinquenti si erano intrufolati nell'abitazione e avevano messo a soqquadro le stanze, alla ricerca di soldi e valori. Avrebbero infatti portato via i regali in oro ricevuti dal figlio in occasione della prima comunione.

Un'altra famiglia è stata "visitata" dai ladri al confine tra Sant'Andrea e Sant'Apollinare: i padroni di casa sono stati derubati mentre stavano cenando nel cortile dietro all'abitazione insieme ai vicini. A Sant'Andrea è stata colpita anche una casa in via Castelle e qualche mese il tabacchi in centro. Prima della mezzanotte hanno colpito anche in una casa che sorge lungo la strada provinciale dei santi: portato via almeno un orologio.
Sulle strade provinciali o rurali, quelle di passaggio, ma anche quelle più interne, a destare sospetto da un po' di tempo sono due automobili, molto probabilmente rubate, di cui qualcuno ha provato a prendere la targa, per segnalarle alle forze dell'ordine.

«È necessario avere l'illuminazione pubblica accesa durante la notte, che potrebbe risultare come un ottimo deterrente per i malintenzionati. Abbiamo chiesto al sindaco - spiegano i consiglieri del gruppo "Progetto Futuro" di Sant'Andrea del Garigliano - di lasciare accesa l'illuminazione pubblica durante tutta la notte nelle nostre contrade. Certo non può essere la soluzione contro i furti, però sarebbe sicuramente un segnale positivo di presenza dell'amministrazione.

Vogliamo un paese più sicuro, con più vigilanza, il cittadino non può vivere con la costante paura di non potersi allontanare da casa», hanno precisato Federico Pontiero e Gino De Simone. Grande preoccupazione esprimono le amministrazioni comunali, proprio ora che vorrebbero riportare la gente in piazza, a condividere momenti culturali e di aggregazione.
Evidentemente, con l'allentamento della pandemia, riprende anche l'attività illecita dei delinquenti che si muovono sottotraccia, magari in raid veloci.