Castello dei Conti d'Aquino a Roccasecca attinto dal fuoco, ancora impossibili i sopralluoghi per quantificare i danni. L'area, nonostante le fiamme siano state domate, ancora è inaccessibile. Si spera che nei prossimi giorni la situazione risulti meno critica, così da iniziare le ispezioni per valutare la situazione. Mercoledì il primo cittadino ha, intanto, scritto al ministro Franceschini dopo il terribile rogo che ha distrutto il camminamento in legno e messo a dura prova la stabilità delle mura del castello: ora serve un sostegno concreto e anche di idee.

Sull'episodio è intervenuta l'Uncem (Unione nazionale comuni comunità enti montani). «Un disastro annunciato» afferma il presidente Bellucci. «Gli incendi non danno tregua alle montagne del Lazio, i danni sono incalcolabili. Persino il castello di San Tommaso d'A q u ino, è gravemente danneggiato. Esprimo soddisfazione per l'apertura di un'inchiesta da parte della Procura di Cassino ma ciò non ferma il nostro risentimento.
Noi di Uncem ci siamo battuti in tutte le sedi per affermare un concetto elementare: la montagna è un posto speciale e per gestirla occorrono competenze speciali». Non bastano "deleghe" ai sindaci. «Azzerare le Comunità Montane è stato un gravissimo errore» ha concluso Achille Bellucci.