Quando ha iniziato a girare per il centro a torso nudo, in evidente stato confusionale, più di qualcuno tra i commercianti ha iniziato a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Anche e soprattutto perché il protagonista del raptus di follia cercava di entrare all'interno delle attività commerciali con atteggiamenti pericolosi.

Ma di pattuglie, l'altra sera, non ce n'erano abbastanza per assicurare la copertura di tutti gli interventi, complice la carenza di personale che specie nel periodo estivo mette in seria difficoltà sia Polizia che Carabinieri, per non parlare della Polizia Locale, e il ritardo con cui è stata affrontata la segnalazione non ha impedito che la folle impresa di quell'uomo potesse degenerare nella violenza.

Infatti dopo le prime segnalazioni del tardo pomeriggio di mercoledì, l'uomo in preda alla follia, probabilmente alterato dai fumi dell'alcol o qualche droga, ha continuato a girare fino alla tarda serata, quando ha finito per aggredire un dipendente di un esercizio commerciale della zona pedonale del centro, intervenuto per difendere i clienti dell'attività dai gesti scomposti dell'uomo.

A quel punto, dopo l'ennesima segnalazione, quando una pattuglia della Polizia è intervenuta, l'uomo è stato portato in ospedale per gli accertamenti sanitari del caso. La sua posizione è ora al vaglio dell'autorità giudiziaria.