La scorsa notte gli agenti delle volanti del Commissariato di Cassino, durante la normale attività di controllo del territorio, nei pressi della stazione in piazza Garibaldi hanno riconosciuto uno straniero che avevano arrestato lo scorso marzo perché sorpreso a cedere sostanze stupefacenti a un acquirente.

I poliziotti ricordavano pure che il ventottenne era stato sottoposto alla misura dell'obbligo di dimora e che quindi a quell'ora non avrebbe dovuto trovarsi in strada. Subito lo hanno fermato e sottoposto a un accurato controllo nel corso del quale è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente sostanza stupefacente, risultata essere hashish a seguito di narcotest.

Durante la perquisizione effettuata anche presso l'abitazione è stato trovato un bilancino di precisione, di quelli comunemente utilizzati per confezionare le dosi destinate allo spaccio.
L'uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari su disposizione della locale Procura della Repubblica.