Beccati con le mani nel sacco, in due finiscono nei guai in u noto centro commerciale della città.
I carabinieri della Compagnia di Cassino hanno arrestato un quarantottenne georgiano senza fissa dimora per il reato di "rapina impropria".
L'uomo è stato notato mentre con un complica, all'interno del supermercato, asportavano varie confezioni di prodotti per protesi dentarie, per l'igiene personale, di elettronica e liquori, tentando di occultarle all'interno in uno zaino.

I due sono stati individuati da un addetto alla sicurezza. Il complice è riuscito a darsi alla fuga e lo stanno cercando, mentre il quarantottenne per evitare il controllo ha minacciato di morte l'addetto alla sicurezza, prima verbalmente e successivamente con una siringa presa all'interno del suo marsupio.
Immediato l'arrivo nell'ipermercato degli uomini dell'Arma prontamente contattati.
Gli uomini hanno bloccato l'uomo evitando che aggredisse l'addetto alla sicurezza.

I militari hanno proceduto subito alla perquisizione sul posto dell'uomo, estesa poi al veicolo utilizzato dal georgiano. All'interdo dell'auto sono stati trovati ulteriori prodotti oggetti di furto per un valore di circa 1.000 euro. La merce recuperata è stata restituita, mentre l'arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando di Cassino in attesa del rito per direttissima. Nel "bottino" circa 60 confezioni di prodotti per protesi dentarie, una ventina di prodotti per l'igiene personale, tre bottiglie di liquori e apparecchiature di supporto per cellulari.