I cinghiali tornano a fare visita tra i campi dei cittadini di Sora e torna l'allarme. Le lamentele si sollevano e la preoccupazione aumenta specie per chi ha il timore di fare un incontro non gradito con l'animale.

Dalla casa comunale è stata pubblicata nella giornata di ieri l'ordinanza numero 84 per arginare la presenza dei cinghiali sul territorio comunale. Il sindaco Roberto De Donatis si è interessato al fenomeno orientando il passo per arginare il fenomeno coinvolgendo il personale preposto alla vigilanza faunistico-venatoria proprio per arrivare all'adozione di misure necessarie al contenimento degli ungulati appartenenti alla famiglia dei cinghiali.

«Due le opzioni -ha detto il sindaco -  Autorizzando i cacciatori a fare battute di cinghiale oppure fare un piano di cattura degli animali». Purtroppo negli ultimi tempi è sempre più frequente la presenza di questi animali nelle aree pubbliche e private di Sora soggette ad uso pubblico come strade, piazze, viali, distacchi, cortili, nei giardini e parchi pubblici, di notte, ma anche di giorno, nella parte urbanizzata e residenziale del territorio comunale, e considerato che la presenza dei cinghiali in città comporta rischi specifici per l'incolumità delle persone dal Comune è stato deciso di adottare una misura idonea anche dopo le diverse segnalazioni di gruppi di cinghiali vaganti che in alcuni la presenza ha provocato incidenti stradali.

La presenza di questi animali inoltre determina anche danni alle coltivazioni agricole, come segnalato più volte dai cittadini e dalle organizzazioni di rappresentanza. È necessario prendere provvedimenti perché queste situazioni costituiscono concreto pericolo per i cittadini e per la salute pubblica, e danni alle culture agricole.