Piena collaborazione e sinergia operativa tra Camera di Commercio Frosinone-Latina e Unicas per lo sviluppo del Basso Lazio. «Un incontro proficuo ed utile a mettere in campo strategie che possano portare il Basso Lazio ad uno sviluppo in linea con quanto sarà previsto nel Prnn nazionale».

Sono state queste le parole espresse durante l'incontro tra il presidente della Camera di Commercio Frosinone Latina Giovanni Acampora, il Rettore dell'università degli Studi di Cassino, Giovanni Betta, dal docente del Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica, Marco dell'Isola, dal prossimo 1° novembre nuovo rettore dell'università di Cassino, e dal vice presidente camerale dottor Paolo Marini con delega per le infrastrutture, i rapporti con il sistema universitario e la ricerca scientifica.

La collaborazione tra il mondo delle università e quello delle imprese è di importanza strategica per l'innovazione e lo sviluppo del territorio. Lo scambio di conoscenze tra atenei e aziende e l'attuazione di progetti comuni sono fondamentali per l'attrattività delle università da una parte, la competitività delle aziende, l'occupabilità degli studenti, e la crescita economica e sociale.

Le aziende conoscono il valore di assumere risorse giovani e qualificate, in possesso di specifiche skill in linea con l'evoluzione del business aziendale, con grande potenziale e solide basi accademiche, in grado di favorire innovazione e cambiamenti migliorativi.
Allo stesso tempo, un contatto e un dialogo costanti contribuiscono a definire piani formativi specifici per i vari percorsi degli studenti.

«La collaborazione tra Università e imprese, mediata dalle associazioni di categoria, consentirà ad entrambe di incrementare la loro competitività in uno scenario nazionale e internazionale che richiede innovazione e giovani formati in maniera da soddisfare un mercato del lavoro in continua evoluzione», ha detto il professore Betta molto soddisfatto dell'incontro e delle importanti prospettive di sviluppo future.

«La sinergia con l'Università di Cassino - ha sottolineando il Presidente Acampora - porterà tra l'altro a nuove competenze, con la creazione di laboratori che possano avvicinare il mondo accademico con quello economico e rappresentare un volano per la crescita delle nostre aziende. Parliamo di enti che collaborano per un unico obiettivo, quello dello sviluppo delle due province. Un territorio, il Basso Lazio, con potenzialità enormi sotto diversi aspetti».