Territorio ancora nella morsa del fuoco. Volontari e vigili del fuoco in prima linea, di giorno e di notte, a cercare di contenere e arginare fronti di fuoco sempre più aggressivi. Fiamme almeno in tre punti tra Caira e Cassino a meno di trenta metri dalla case nella tarda serata di giovedì: inerti e rifiuti di diversa natura dati alle fiamme con il pericolo che il fuoco lambisse abitazioni e altra vegetazione. Il raggio d'azione è divenuto imponente: nottata di superlavoro. Poi, nel pomeriggio di ieri, a fuoco pure il campo che si trova davanti ai cumuli di veleni tirati fuori a Nocione: maxi intervento dei volontari e dei vigili.

Qualche ora dopo ancora incendi, in più punti, in via San Leonardo Filieri: residenti subito in azione per spegnere le fiamme che si avvicinavano sempre di più alle loro abitazioni. A fornire loro un valido supporto, proprio i volontari di Gre e Ansmi, con mezzi artigianali.
Presenti anche i carabinieri oltre a più squadre dei vigili del fuoco e della protezione civile. Il vento ha reso le operazioni di spegnimento particolarmente difficili.

Martedì focus su Nocione
Intanto non si allenta l'attenzione su Nocione. «Proseguendo nell'impegno per venire a capo della grave situazione ambientale, martedì prossimo è stata programmata una riunione tecnica online tra Regione e Comune» hanno fatto sapere dal Municipio. «Ci si confronterà sulla lettura dei dati acquisiti dalle analisi fatte in tale sito e si concorderanno le modalità di prosecuzione degli interventi. In particolare in merito alle procedure di bonifica in itinere» hanno spiegato.