È morto ieri per le gravi ustioni provocate dall'incendio. Martedì, Carmine Matrecano aveva dato fuoco alla
cella. Era rimasto gravemente ferito e aveva anche intossicato un altro detenuto e cinque agenti penitenziari.

La tragedia nel carcere di Frosinone era stata scongiurata grazie al risolutivo intervento del personale della polizia penitenziaria e sanitario presente l'altra notte nella casa circondariale. Ma il detenuto ha avuto le conseguenze peggiori, con ustioni su tutto il corpo di I e II grado. Poi il drammatico epilogo.