Contributi alle famiglie in difficoltà: ripartiti oltre 69mila euro per il sostegno ai nuclei disagiati. Le somme sono state così suddivise: 15mila euro per la copertura dei buoni spesa, 50mila euro per i canoni di affitto e 4.037,64 euro per le utenze. I fondi erogati dal Governo assicurano un valido sostegno a chi deve coprire le spese di affitto ed è in difficoltà; a chi deve acquistare beni di prima necessità e non riesce ad arrivare a fine mese; a chi deve pagare le bollette ed è in difficoltà perché l'emergenza sanitaria ha messo in ginocchio le famiglie, aggravando le posizioni già precarie di alcuni nuclei.

Fondamentale l'aiuto del Comune nei momenti difficili, garantito dalla disponibilità dei fondi erogati dal Governo che l'Amministrazione Sementilli ha deciso di ripartire secondo i tre macro-settori citati. Soddisfatta, l'assessore Patrizia Cortina dichiara: «Abbiamo deciso la ripartizione dei fondi erogati, oltre 69mila euro, destinandoli a buoni spesa, canoni d'affitto e utenze.
Circa il 25% delle somme disponibili sono destinate alla copertura dei buoni spesa, che in tempi difficili hanno consentito di garantire un valido sostegno alle famiglie in difficoltà assicurando loro beni alimentari e di prima necessità; 50 mila euro sono riservati agli affitti, decisione assunta alla luce delle richieste pervenute al Comune.

Infine, altri 4mila euro sono destinati alla copertura delle spese relative alle utenze. Stiamo continuando a riservare le dovute attenzioni alle famiglie disagiate conclude l'assessore Il nostro impegno è per il benessere della comunità e soprattutto delle persone in difficoltà»