Una donna è stata denunciata all'autorità giudiziaria per il reato di truffa. Secondo quanto accertato dagli inquirenti la donna avrebbe creato un profilo falso per rubare danaro. I carabinieri della stazione di Formia, al termine di specifica attività d'indagine effettuata in collaborazione con i militari della stazione di Sant'Eustacchio (in provincia di Brescia) hanno deferito a piede libero una donna 64enne per aver creato sul social Facebook il profilo di un falso generale dell'esercito, corteggiando in tal modo una donna di Brescia, facendosi accreditare da lei, tramite bonifici ed a più riprese tra il mese di settembre 2020 ed il mese di maggio 2021, la somma di euro 14mila circa.

Il denaro veniva girato dalla truffatrice, tramite il circuito western union, a cittadini stranieri in corso di identificazione, ricevendo un compenso di euro 300 per ogni operazione effettuata.
Nell'ambito, invece delle attività di contrasto ai reati predatori, sempre i militari, agli ordini del comandante della compagnia di Formia, il capitano Michele Pascale hanno deferito all'autorità giudiziaria un 32enne per furto.

L'episodio si è verificato lunedì a Formia, i carabinieri della sezione radiomobile del norm della compagnia, hanno denunciato a piede libero un 32enne per essersi reso responsabile, nel pomeriggio del giorno precedente, del furto di un borsello e del cellulare di un 61enne, perpetrato all'interno di uno stabilimento balneare del posto. La merce è stata restituita al proprietario.