Inizio di agosto movimentato nell'area di mare di Monte d'Argento a Marina di Minturno, dove soltanto la bravura, la professionalità e la perfetta sinergia degli assistenti bagnanti, hanno evitato la tragedia.
Va subito detto che le condizioni del mare non erano le più idonee, anche perché la corrente era molto forte. Ed infatti il rischio di annegamento c'è stato in più occasioni. Il primo intervento, compiuto da Morgana Trani del lido la Bussola e da Davide Massaro Esposito, assistente bagnanti di Baia d'Argento, ha visto involontarie protagoniste due bambine campane, trascinate dalla corrente. L'intervento sinergico dei due bagnini ha evitato il peggio. Dopo circa un'ora gli stessi assistenti bagnanti si sono gettati in acqua per supportare colleghi della spiaggia di Levante, che erano intervenuti per porre in salvo alcuni villeggianti, che le correnti avevano trascinato sotto la punta di Monte d'Argento. La situazione di emergenza si è ripetuta nel pomeriggio, quando un bambino e due familiari, tutti e tre campani in vacanza, hanno rischiato l'annegamento. Anche in questa circostanza sono intervenuti Morgana e Davide, aiutati da Renato Gijly, il bagnino storico del lido La Bussola, autore in passato di molti altri salvataggi. I tre assistenti sono riusciti a riportare a riva le tre persone, che avevano avuto serie difficoltà a rientrare. Una giornata da dimenticare, ma che, fortunatamente, si è risolta nel migliore dei modi, grazie al tempestivo intervento del personale di salvataggio, sempre attento a quanto si verifica in mare.