Singolare protesta dei residenti del centro storico di Veroli che, con un blitz degno del miglior stratega militare, hanno affisso una serie di esilaranti cartelli per invitare il popolo della notte a non utilizzare portoni, vicoli e corti private come latrine a cielo aperto. La burlesca iniziativa è durata solo qualche ora ma resterà immortale nell'immaginario collettivo grazie alle foto delle spassose frasi, fotografate e poi fatte circolare un po' ovunque.

Plauso a chi ha trovato un modo semplice ma di effetto per protestare contro il diffuso malcostume, più volte lamentato anche nelle sedi opportune, di espletare i bisogni fisiologici un po' dove capita. Niente romanticismo nei vicoletti appartati ad ispirare poeti, insomma: a far trattenere il respiro ai passanti non è purtroppo il batticuore, ma la puzza.